Chi dice che dobbiamo cambiare?   Leave a comment

Tutti noi sembriamo avere questa nozione sbagliata nella nostra testa, che tutti noi cambiamo con la crescita, come se fosse parte del processo. Chi ci ha insegnato questo? Chi eravamo quando eravamo bambini dovrebbe essere lo stessa persona che siamo una volta adulti in fondo. Naturalmente l’esperienza di vita ci cambia un po’, ma la nostra essenza, la nostra anima non dovrebbe mai cambiare.

Siamo stati costretti a cambiare a causa del mondo in cui viviamo oggi. E ‘giunto il momento di scavare in profondità e riconnettersi con quel bambino dentro di noi tutti. Per ritrovare l’essere che non giudica, che ha sempre domande dalla vita, che è sempre curioso, innocente e amorevole. I cambiamenti che abbiamo subito sono stati lenti e sottili, graduali e impercettibili. Questo è dove il lato malvagio degli oscuri è entrato nelle nostre vite con i loro ordini del giorno. Ora ci troviamo qui come semplici frammenti di ciò che eravamo quando siamo usciti attraverso il canale del parto e siamo entrati a far parte dell’umanità. Dobbiamo amorevolmente prenderci il tempo per recuperare chi siamo, alimentare quella persona e riportarla all’integrità e alla salute. Il fatto che abbiamo smesso di interrogarci o di essere curiosi e in cerca di risposte è la ragione principale per cui siamo dove siamo oggi in una lotta tra la vita e la morte, tra la luce e il buio.

Abbiamo dimenticato come essere bambini, abbiamo permesso all’ego di prendere il controllo delle nostre vite e ci siamo lentamente separati dall’innocenza dei bambini presente in ognuno di noi. Abbiamo ceduto ai pericoli del giudizio, dalla gelosia e dell’avidità lasciando dietro di noi la capacità di bambino di essere puri, di amare e di accettare. Abbiamo accettato la menzogna che questo è soltanto ciò che ci accade, mentre andiamo avanti per la strada della nostra vita. E’ così? Come fai a saperlo? Io dico che non è la progressione naturale delle cose, ma piuttosto il risultato di quanto ci è stato fatto. Questi tratti del nostro carattere che abbiamo acquistato sono nati da un mondo malato e cupo. Il bambino in ognuno di noi è stato distrutto e noi non sapevamo nemmeno che ciò stava accadendo. Il male è così sottile a volte, deve esserlo per poter accedere al suo ospite.

Se fossimo vissuti in amore, pace, in un mondo armonioso credo che avremmo mantenuto i nostri modi infantili, dallo sviluppo fino all’età adulta. E’ per questo che vediamo e comprendiamo la verità e l’importanza dell’infanzia. Perché ci mostra quello che, in realtà dovremmo essere oggi se non fossimo stati presi in ostaggio e non ci avessero fatto il lavaggio del cervello. Il segreto del cambiamento o della transizione, si trova nelle nostre capacità di recuperare il bambino dentro di noi. E’ lì da qualche parte, sepolto sotto la programmazione, dobbiamo solo ritrovare e ristabilire il contatto con i tratti di quel bambino. Per essere amorevoli e curiosi e non giudicanti. Questo è ciò che siamo tutti all’interno dei nostri cuori e delle nostre anime dopo che abbiamo eliminato tutto il resto.

Così, quando si sente dire oggi “cosa possiamo fare per combattere le forze oscure?” Dobbiamo rispondere: “re-imparare ad come essere un bambino.” Sentire l’amore, non è forse così essere un bambino? I bambini non sanno odiare quando sono giovani, non è nella loro indole naturale. Vai a sederti in un parco giochi per un po’ e guarda i bambini da vicino. Chiudi gli occhi e ascolta il loro gioco, la cadenza gioiosa della loro voce. Guarda le loro interazioni con gli altri. Prima che diventino programmati loro vedono la vita attraverso occhi che vedono la magia, la gioia, l’eccitazione, la curiosità, lo stupore e lo spirito. Sono ancora fermamente legati ai loro spiriti / anime rendendo in tal modo qualsiasi cosa nella vita possibile per loro. Abbiamo bisogno di tornare a questo!

Se vogliamo vivere in un mondo infantile, dobbiamo cambiare noi stessi, perché se continuiamo a far nascere e educare i figli con la stessa programmazione più e più volte, non cambierà nulla. Dobbiamo tutti deprogrammare noi ed i nostri figli e rompere il ciclo che stiamo vivendo dentro. Abbiamo sempre sentito dire che il cambiamento comincia con ciascuno di noi. Ora è possibile capire e vedere più chiaramente, mi auguro, quale cambiamento dobbiamo fare. La programmazione è profonda e ci vorrà un sacco di duro lavoro per riparare il danno che ha avuto luogo per un periodo così lungo di tempo. A poco a poco saremo in grado di deprogrammarci, se lavoriamo a diventare più infantili, come eravamo prima della programmazione. Ci è stato insegnato e siamo stati programmati a diventare egoisti, gelosi, odiosi e avidi. Possiamo quindi insegnare a noi stessi come essere generosi, affettuosi e riconoscenti.

Benedizioni a tutti voi.

Visionkeeper

http://www.oneworldrising.wordpress.com link all’articolo originale

Versione italiana: Lo specchio del pensiero

 

 

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 421 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: