Teorie Pleiadiane: Blocco di Ghea (Gaia).   Leave a comment

Blocco di Ghea.

CHI CI BLOCCA? PERCHE’? IN COSA CONSISTE IL BLOCCO.

Nei precedenti articoli abbiamo dato un’idea di quello che è il concetto di Anima, di percorso evolutivo, il significato reale delle sephire e delle dimensioni. Abbiamo illustrato il percorso di “risalita” dell’Anima dal distacco fino al ritorno

alla Fonte; o meglio abbiamo spiegato le “regole” che costituiscono il gioco. Tutto ciò di cui vi abbiamo parlato, però, è in realtà il “come dovrebbe essere” e non, come già accennato, il “com’è” per quanto riguarda il nostro universo. Ricordiamo, in questo contesto, che ciò che noi qui intendiamo per Universo è lo spazio fisico in cui si muove la 5° dim. che ci contiene propriamente e non l’intero Creato. Cercheremo qui, adesso, di spiegare il “com’è” per ciò che riguarda noi Anime appartenenti a questa Ghea, nonché alla 4° dim. che ci contiene ovvero agli esseri di 4° dim. che noi chiamiamo extraterrestri (tra cui es. pleiadiani, siriani, andromediani, etc.).

Evoluzione spirituale e avanzamento tecnologico

Per potere concepire, anche se in modo comunque approssimativo (essendo noi esseri di 3° dim.), ciò che di seguito diremo, cercheremo di sintetizzare e spiegare attraverso similitudini di concetti gheiani, il parallelismo tra l’evoluzione spirituale e l’avanzamento tecnologico.

Tutti noi, nel nostro piccolo ambiente terrestre, abbiamo vissuto come la tecnologia si sia evoluta fortemente negli ultimi 50 anni (inezia di tempo a livello cosmico), eppure a nessuno può venire in mente che la nascita di internet o il suo uso massivo, che la creazione dei cellulari o che le tv a led, abbiano comportato un aumento della spiritualità. Piuttosto siamo propensi a ritenere il contrario. Ma la questione inerente questo parallelismo non si può trattare allineandosi con concetti di 3° dim. Noi non abbiamo l’esperienza di avvicinarci a pianeti che non si era raggiunti prima, per conoscere il popolo di quell’appartenenza. Non abbiamo idea di come possa regnare la pace tra interi popoli (etnie planetarie) pur possedendo tecnologie avanzatissime e possibilmente distruttive. Noi non abbiamo idea di cosa significhi “migliorarsi attraverso la tecnologia” ed ottenere tecnologia in funzione del proprio livello spirituale- animistico. Mettiamola così: per fortuna non abbiamo le tecnologie avanzatissime e distruttive degli esseri di 4°. Perchè? Perchè non ne faremmo un uso appropriato, non avendo un’Anima pronta a capire il significato di tale evoluzione. Saremmo davvero dei bambini con un trapano acceso in mano.

Ciò vuol dire, in un certo senso, che tra le varie regole del gioco, c’è anche quella che potremmo definire la conquista del Nuovo, grazie alla conquista della consapevolezza animistica raggiunta; o , in altro modo si può dire, di conseguenza, che la tecnologia posseduta è in qualche modo indice della evoluzione raggiunta, all’interno anche di una stessa dimensione, ovvero nel confronto tra popoli e popoli, o Anime e Anime appartenenti allo stesso spazio fisico. Cioè, in 4° dim. la varietà dei popoli, implica non solo differenze fisico-morfologiche, ma anche differenze evolutive, culturali e di specificità animistica, nonché di evoluzione tecnologica. Ad esempio, infatti, nella 4° dim che ci contiene, i popoli sono , in un certo senso, classificati secondo tre diversi livelli evolutivi. Solo quelli appartenenti al livello superiore hanno pieno accesso alla sperimentazione per sviluppare la tecnologia avanzata di attacco militare, secondo precise regolamentazioni approvate dall’intera Alleanza Galattica.

Quindi, ricapitolando, o per meglio dire riassumendo in modo volutamente erroneo ciò che abbiamo detto, più si ha accesso a tecnologia avanzata, più si è in “alto” nel percorso evolutivo e parallelamente più si possiede tecnologia, più si è in grado di risalire il percorso.

Dipende quanto l’Anima è in grado di gestire la tecnologia a cui ha accesso.

Rettiliani, complottisti, Annunaki ed impuri.

C’è chi ha VOLUTO leggere il significato di tutto questo esattamente come l’abbiamo riassunto noi: utilizzare la tecnologia che si possiede per riuscire a risalire e ad evolvere modificando completamente il significato delle regole che normalizzano il gioco. Addirittura cercando di sovvertirle, criticarle fino a concepire un ritorno alla Fonte al fine di contaminarla!!

Sappiamo che per le nostre menti è uno sforzo sufficientemente grande riuscire a comprendere che nelle dimensioni a noi superiori esistono degli esseri che possiedono una cosiddetta “tecnologia animistica” creata, utilizzata e sfruttata proprio per risalire verso la Fonte secondo le proprie regole.

Cominciamo con il parlare di chi sono i cosiddetti “rettiliani”; popolo di 4° dim.

Già è faticoso concettualizzare un popolo di 4° che opera ( e non da solo) su Ghea in modo occulto, gestendo i fili dei più grandi poteri (economici, politici, farmaceutici, spirituali, militari etc.). Ma è difficoltoso immaginare che il loro piano, la loro strategia, non si esaurisce nel controllo nascosto di questo pianeta, al contrario, da qui parte soltanto una piccola parte del quadro generale.

Quello di cui parliamo è un popolo che possiede tecnologia ad altissimo livello, di cui non se ne capisce la provenienza, la motivazione e l’origine.

Esseri di 4° che hanno consapevolmente e volontariamente hanno rinunciato alla propria Anima, con l’obiettivo, forse, di non essere più soggetti a tutto il campo emozionale. Trovano, però, una difficoltà: senz’Anima si viene esclusi dal percorso evolutivo! Che senso avrebbe allora rinunciare alla propria Anima se non potendone “prendere un’altra” sotto il proprio controllo?

Ma prima accenniamo a come (sia chiaro, “accenniamo” in quanto illustriamo in modo estremamente semplificato e comprensibile, movimenti tecnologici di extraterrestri) questi esseri riescono a privarsi della propria Anima.

Prendiamo il concetto filmistico di “teletrasporto”, in 4° è una tecnologia ancora in via di perfezionamento, in quanto si riesce a spostare corpi ma non si può smaterializzare e rimaterializzare similmente l’Anima.

Prendiamo che i rettiliani abbiano “tecnologizzato” su questa imperfezione strutturale ed abbiano trovato il modo di potersi “staccare” l’Anima, mantenendosi in vita.

Sorge spontanea la contestazione su come possa un corpo rimanere in vita senza Anima. In realtà ciò è impossibile, in ogni dimensione superiore alla terza, perchè, come ampiamente esposto negli articoli precedenti, dalla 3° dim nasce, nell’Anima, la consapevolezza del corpo fisico. Ma , come abbiamo già detto, ciò non è in 2° dim e quindi nei pianeti di 2° dim là dove l’Anima ha soltanto la consapevolezza di Mente e quindi capace di esistere al di fuori del corpo fisico che le appartiene. Realizzando, quindi, una “speculazione” tecnologica di concetto similare al teletrasporto su pianeti di 2° dim, pianeti ben conosciuti dai popoli di 4° come “predisposti alla vita”, i rettiliani riescono a privare il loro corpo dell’Anima “ingabbiandola” su questi pianeti.

Da qui in poi come fanno a rientrare nel percorso evolutivo?

Riscendono fisicamente in pianeti di 3° dim con l’obiettivo di creare le condizioni per cui le Anime siano bloccate ed alcune siano “sedotte” dal potere superiore, al fine di appropriarsi di altre Anime così controllabili e gestibili.

Alla loro morte il passaggio di quest’Anima “corrotta” dalla 3° alla 4° dim fa si che i rettiliani possano rientrare nel ciclo evolutivo, ma con aspetto fisico legato al percorso evolutivo dell’Anima di cui si sono appropriati. Ecco il perchè dei cosiddetti simbionti rettiliani su Ghea.

Ovviamente questa non vuole essere un esortare alla preoccupazione a ciò che può succedere alle nostre Anime inconsapevoli, comunque e sempre ciascuno, singolarmente, può accettare o meno, la presenza di un essere al suo fianco. Molti gheiani la accettano per svariati motivi, tra i quali il potere che deriva da questo accordo-scambio.

Nascono così, in 4° dim degli esseri apparentemente come gli altri ma con un’Anima contaminata, che partecipano, come tutti gli altri, al percorso evolutivo. L’inganno e la beffa maggiore consiste nel fatto che, a differenza dei rettiliani da cui hanno origine, non sono classificabili in una razza a sé ma appartengono indiscriminatamente ad ogni popolo di 4°. Questi sono quelli che in 4° sono da sempre conosciuti come complottisti.

Da immaginare come una specie di terrorismo silenzioso e occulto che agisce su larghissima scala ed assolutamente inafferrabile, dato proprio dalla peculiarità di essere perfettamente mimetizzati in tutti i popoli.

A questo punto chi è che tiene le fila di questo gioco? Cosa vogliono i complottisti? Chi è che tiene bloccata la 4° dim , chi è che dà questa tecnologia ai rettiliani? Questo lo discuteremo nel prossimo articolo.

Ci sembra coerente e assolutamente opportuno specificare qui la giusta definizione di coloro che noi chiamiamo Annunaki.

Traditori, ombra del “disonore”, denigratori delle Leggi Universali (ricordiamo per chi non lo sapesse che i Pleiadiani sono i protettori delle Leggi Universali), calunniatori del Libero Arbitrio…

Tutto vero, ma non del tutto!

Tra i primi complottisti occultati tempi fa (volutamente plurale)tra i popoli di terzo grado evolutivo di 4°, entrati poi in contrasto con chi, al di sopra di loro, ha fondato e tutt’ora governa il blocco in 4° dim., ovvero i cosiddetti impuri.

Anche di questo parleremo più diffusamente nel prossimo articolo.

Tornando a Ghea

Visto quanto detto, Ghea è solamente uno dei tanto pianeti di 3° raggiunto dai rettiliani con gli obiettivi già precedentemente descritti. Contemporaneamente esiste una differenza essenziale tra il nostro pianeta e le altre 3° “inquinate” dai rettiliani. Questo pianeta, di conseguenza le Anime che lo popolano, è tenuto bloccato da millenni, più precisamente in modo totale da seimila anni, con lo scopo di prendere tutte le Anime possibili, appartenenti al pianeta. In particolare si può dire che rispetto al 100/100 delle anime di 3° che servono ai rettiliani per scopi che saranno trattati prossimamente, il 50% lo possono ricavare direttamente da Ghea, in un certo senso possiamo dire che il piano di “conquista” di Ghea è in opera da moltissimo tempo e stava quasi abilmente riuscendo.

Ricordiamo, come esposto nel precedente articolo, che Ghea risulta da recenti studi essere un pianeta di 3° con significato energetico-animistico particolare, rispetto ad altre 3°, data la coincidenza tra flussi energetici che attraverseranno il nostro universo e la posizione fisica occupata dal pianeta in un particolare periodo che ci riguarda. Immediato dedurre che la scelta di questo pianeta da parte dei rettiliani, come pianeta da potere bloccare totalmente, non è affatto casuale.

Com’è bloccata Ghea?

Ghea è un pianeta di 3° dim., adatto alla vita ma in un concetto più spirituale, è un pianeta-palestra che si pone da “scenario” per l’evoluzione animistica.

A livello spirituale , l’evoluzione animistica in 3° dim. consiste nel risolvere il “problema della scelta” attraverso la sperimentazione di “situazioni-problema”. Più semplicisticamente, l’Anima che sperimenta la vita di 3° dim deve evolversi attraverso la comprensione attiva di “concetti animistici” (quali l’amore, l’odio, il rimorso, il potere e l’assenza di questo etc., fino ad arrivare ad una seppur accennata concettualizzazione dell’Energia). Questo percorso l’Anima lo effettua attraverso la Libera Scelta, concetto che si pone non come la scelta tra giusto/sbagliato (chi prenderebbe una direzione sbagliata sapendo di sbagliare?) ma la Scelta di ciò a cui l’Anima stessa tende. L’anima infatti è percepibile come un debole sussurro ed il compito evolutivo di 3° è riuscire a darle voce per farsi guidare nelle scelte.

Ad aiutare l’Anima nel farsi percepire c’è lo strumento del Desiderio. La persona, attraverso il desiderio (reale, puro, incondizionato) segue un percorso, effettua delle scelte, vive, si evolve, cresce nell’incontrare delle prove e nel riuscire a superarle, fino al completamento dell’esistenza in vita e, nuovamente, al desiderio di cosa scegliere per progredire nella vita successiva.

In sintesi l’Anima sceglie tutto finché non è incarnata, la “prova” è proprio quella di fare esperienza del e attraverso il corpo.

Ma, come si blocca un percorso animistico in un intero pianeta?

In primis si bloccano le singole anime, come? Attraverso proprio lo strumento che l’Anima utilizza, cioè il Desiderio. Consideriamo l’evoluzione sociale del pianeta o di gran parte di esso. Dal desiderare come strumento di miglioria personale si è passati al desiderare ciò che non si può avere, al desiderare sempre di più, al non sapere nemmeno cosa si desidera purchè si abbia, allo svilimento del non avere. Tutto questo come base uno sconvolgimento economico mondiale sempre più intenso.

Per semplificare il discorso prendiamo una piccola Anima, facciamola reincarnare in un essere umano, chiamiamolo Alfonso.

Alfonso lavora come impiegato ed è sposato con Elvira, entrambi sono anime in evoluzione sul pianeta, ma sono reincarnati, hanno dimenticato tutto ciò che veniva prima e sono ignari di tutto ciò che verrà dopo. Ogni mattina Alfonso ed Elvira si alzano, si vestono, vanno a lavorare, pausa per il pranzo, due parole scambiate con i figli, tornano al lavoro e rincasano la sera. Il tempo di cucinare, cenare, occuparsi dei rapporti familiari, seguire i piccoli o grandi problemi dei figli e andare a letto. L’essere umano dorme, in media, 1/3 della propria vita. Alfonso ed Elvira sono anche due anime che progrediscono grazie al desiderio, ma nella loro epoca il desiderio di migliorarsi attraverso lo studio per ottenere uno stile di vita migliore li ha delusi, il desiderio di costruire una famiglia è ristretto nel breve tempo di una domenica, il desiderio di amare ed essere amati passa in breve tempo ad essere secondario rispetto ai problemi di ogni giorno.

Mentre si recano al lavoro Alfonso ed Elvira vedono cartelloni pubblicitari, sono sensibilizzati alla pubblicità in tv, sono immersi nelle discussioni e nei desideri dei colleghi al lavoro o rispetto ai compagni e relative famiglie dei propri figli. L’essere umano desidera non solo con la mente ma anche attraverso ciò che vede attraverso gli occhi.

In breve Alfonso ed Elvira penseranno che una nuova tv, una nuova macchina, un viaggio o potersi costruire la casa, siano desideri che possono condurli verso una felicità che non riescono a trovare.

In breve Alfonso ed Elvira apriranno mutui, si rivolgeranno a finanziarie, verranno schiacciati dal meccanismo economico che vige in questo pianeta, dove la stessa Energia è diventata il denaro.

Cosa accadrà quando Alfonso ed Elvira non avranno abbastanza soldi per ripagare i debiti? Quanti Alfonso ed Elvira popolano il nostro pianeta?

Alfonso ed Elvira hanno commesso un’errore?

Uno degli aspetti con cui i rettiliani hanno bloccato l’evoluzione nel pianeta è proprio quello di manipolare il desiderio per condurre la popolazione ad una schiavitù che non si può realmente nominare, sottile, invisibile ma con effetti devastanti su tutti. Alfonso ed Elvira non hanno commesso un errore, ma sono stati ingannati nel desiderio.

Inoltre, essendo inseriti nei contesti di potenza sociali, economici e politici, hanno trasformato il concetto di energia nel concetto di denaro ma non danno la possibilità agli esseri viventi di poterselo procurare attraverso il lavoro, secondo le proprie capacità e/o volontà. Oltre questo piano di blocco, i rettiliani hanno fatto sì che il vero concetto di Energia (in 3° assimilabile a quello di “magia”) venisse denigrato e rifiutato, in modo tale da eliminare ogni possibile via d’uscita all’inganno costruito.

Ma, il blocco va anche oltre l’esperienza terrena. Il corpo muore, l’Anima si libera, forse pronta per altre esperienze ma dentro ha tatuato il non aver sentito abbastanza, desiderato abbastanza, avuto abbastanza così si reincarna nuovamente, nuovamente per avere quel “pò di più”. Come se non bastasse, poi, per evitare proprio che anime ormai sufficientemente evolute riescano, una volta libere, ad evolvere nella dimensione successiva, i rettiliani hanno ben ingegnato, grazie alla loro tecnologia, di costruire una griglia energetica che circonda il pianeta stesso. Griglia che non permette il passaggio di anime alla dimensione successiva (concetto che verrà esposto in altri articoli). Questa griglia confonde le Anime pronte a lasciare il pianeta, facendogli “perdere la strada” e rimandandole nello stesso ciclo evolutivo. Conseguenza, questo pianeta è bloccato a livello animistico, ma non solo.

Il pianeta stesso, come le sue Anime, è bloccato!

La griglia summenzionata, infatti, non serve solamente a bloccare le anime in uscita ma anche a bloccare frequenze dimensionali energetiche in entrata verso il pianeta. In modo più particolareggiato, nei prossimi articoli, spiegheremo come avviene l’evoluzione nelle sue fasi di un pianeta di 3° dim., qui ne diamo un cenno. Ogni pianeta di 3° è caratterizzato da una particolare struttura interna, associabile ad uno dei 5 solidi platonici regolari inscrivibili in una sfera. Attualmente Ghea possiede struttura interna di icosaedro. Il passaggio da un solido ad un successivo, ovvero da un livello evolutivo di 3° al successivo livello evolutivo di 3° (questi concetti saranno spiegati in modo più esteso prossimamente) avviene attraverso l’assimilazione di frequenze vibrazionali energetiche (pensabili come “suoni”) provenienti dall’universo che ci contiene.

Su 12 necessarie a permettere l’attuale passaggio di Ghea, solamente 6 sono giunte al pianeta, le rimanenti sono state bloccate attraverso questa griglia, oltreché attraverso azioni pratiche di impoverimento energetico del pianeta, come riguardante l’estrazione dei microcluster dal plasma planetario.

In questo contesto si inserisce la missione degli incoming.

‘Axina e Xianet Xia Valiux

Tratto da: Teorie Pleiadiane.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: