Cacciata UE-BCE-FMI, l’Ungheria rinasce: Taglio costo luce gas acqua del 20% ticket bus del 10% IVA ridotta da 27% a 5%   2 comments

30 nov 2013 – Budapest – L’Ungheria continua la sua politica di abbassamanento delle tasse e delle tariffe. I giornali e i vari talk show italiani continuano a ignorare la rivoluzione economica che sta avvenendo in Ungheria perche’ si vuole tenere il popolo nell’ignoranza onde evitare che un numero sempre crescente di persone inizi a opporsi alle misure lacrime e sangue varate da questo governo per conto dell’Unione Europea.

ar_image_1941_l

Per chi non ne fosse a corrente (e purtroppo sono ancora tantissimi) il governo magiaro alcuni mesi fa ha deciso di ripagare con due anni di anticipo il debito contratto col Fondo Monetario Internazionale allo scopo di non subire piu’ pressioni ricattatorie da parte dei suoi ispettori.

Dopo essersi liberato di questi ricattatori e usurai il governo ha iniziato ad adottare una serie di provvedimenti aventi lo scopo di stimolare l’economia e aiutare le fasce piu’ deboli e cosi’ ha deciso di abbassare le bollette di luce, acqua, gas e nettezza urbana del 20% e ha aumentato le pensioni per compensare i recipienti dell’aumento del costo della vita.

Tali provvedimenti sarebbero stati sufficienti per migliorare le condizioni di vita degli ungheresi ma il governo ha deciso di andare oltre e infatti nel disegno di legge fiscale recentemente approvato dal parlamento sono previste nuove misure sugli assegni familiari e riduzione dell’IVA dal 27% al 5 % sui suini vivi e macellati.

Inoltre questo disegno di legge amplia le possibilità di detrarre le tasse sui contributi sociali e sul reddito personale delle famiglie con più figli nella fascia di reddito medio-bassa e questo ampliamento delle detrazioni fiscali familiari costerà al bilancio 53 miliardi di fiorini (oltre 180 milioni di euro) ed interesserà circa 260mila famiglie.

Ma se i cittadini ungheresi sono fortunati quelli di Budapest lo sono ancora di piu’ visto che l’amministrazione municipale di questa citta’ ha deciso che dal 1 Gennaio del 2014 il prezzo degli abbonamenti per i trasporti pubblici sarà ridotto del 10% e nello specifico gli abbonamenti mensili passeranno dagli attuali 10.500 fiorini a 9.500, l’annuale da 114.500 costerà 103.000 fiorini, il pass mensile per gli studenti scenderà da 3.850 a 3.450 e quello mensile per pensionati da 3.700 a 3.330 fiorini.

Questo e’ quello che avviene quando al governo ci sono partiti nazionalisti che fanno l’interesse del popolo e questo spiega il perche’ la nostra casta dirigente teme la crescita del nazionalismo in tutta Europa e usa parole estremamente offensive per attaccare chiunque osa opporsi alla dittatura dei poteri forti.

L’Ungheria dimostra che un’alternativa all’austerita’ esiste e sarebbe ora che anche gli italiani protestassero affinche’ tali politiche vengano adottate anche in Italia.

GIUSEPPE DE SANTIS – Londra.

http://terrarealtime.blogspot.it/2013/11/cacciata-ue-bce-fmi-lungheria-rinasce.html

Tratto da: ununiverso 

Pubblicato 30 novembre 2013 da raggioindaco in nwo

Taggato con , , , , , , ,

2 risposte a “Cacciata UE-BCE-FMI, l’Ungheria rinasce: Taglio costo luce gas acqua del 20% ticket bus del 10% IVA ridotta da 27% a 5%

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. D’accordo era un passo da farsi e che dovremmo attuare anche in Italia …ma, visto che l’abbassamento del costo della Vita in Bulgaria ha attratto la produzione di altre nazioni, quando tutti si saranno ridimensionati nei costi ed invece la produzione industriale verrebbe per questo potenziata, in pratica, ci ritroveremmo nelle medesime condizioni degli anni 2000 … aenza per questo risolto il problema di fondo: l’aver Preso Coscienza del dover “operare con Cognizione di Causa” in qualsiasi settore della societa … a partire da quella cellulare di ognono di noi stessi …

  2. QUESTO E’ MEGLIO ESPRESSO.
    D’accordo era un passo da farsi e che dovremmo attuare anche in Italia …ma, visto che l’abbassamento del costo della Vita in Bulgaria ha attratto la produzione e gli interessi di persone di altre nazioni che vorranno poi fare in tal modo anche in “Casa propria” … quando tutti si saranno ridimensionati nei costi ed invece la produzione industriale verrebbe per questo ancor potenziata dal facilitato consumismo, in pratica, ci ritroveremmo nelle medesime condizioni si sur plus degli anni 2000 … senza per questo aver risolto il problema di fondo: l’aver Preso Coscienza del dover saggiamente “produrre con Cognizione di Causa” … questo, in qualsiasi settore della societa … proprio a partire da quella cellulare di ognono di noi stessi … Coelivio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: