E non ci dite niente ?   7 comments

Incredibile: una notizia che dichiara che “la chemioterapia è cancerogena” è da prima pagina su tutti i network mondiali, poiché riguarda un pubblico di malati conclamati o potenziali enorme.

Invece sono solo i blog che la trattano, finora.

Ditelo a chi conoscete, che intende sottoporsi a questa terapia o già vi si è sottoposto.

Non sono illustri sconosciuti a sostenerlo, è l’OMS.

Jervé – Iconicon

chemio

Confermato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità: “La chemioterapia è cancerogena!”

Già da tempo si conoscono gli effetti collaterali della chemioterapia, il cancro rimane ancora la seconda causa di morte nei paesi sviluppati, eppure la medicina ufficiale sembra ancora molto lontana dall’accettare e comprendere questa verità.

Assistiamo quotidianamente a colossali fallimenti nei tradizionali trattamenti di chemioterapia e radioterapia e il cancro rimane ancora un insormontabile nemico incompreso.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato la chemioterapia come agente cancerogeno, in quanto proprio il trattamento standard, che dovrebbe distruggere le cellule tumorali, in realtà ha effetti collaterali dannosi poiché si basa ancora su agenti genotossici.

La chemioterapia distrugge il DNA di tutte le cellule che si dividono velocemente. Le cellule cancerogene si dividono rapidamente, ma anche le cellule del sistema immunitario si dividono rapidamente. Ne consegue quindi che la chemioterapia distrugge anche l’unica cosa che può salvarci la vita.

Il farmaco denominato tamoxifene, per esempio, viene utilizzato in prima linea per il trattamento di alcuni tipi di cancro al seno, ma la sua somministrazione provoca anche il cancro all’endometrio e al fegato. Il farmaco, associato alla chemioterapia, rappresenta inoltre un problema per la resistenza dei batteri patogeni agli antibiotici. Ne vale quindi davvero la pena?

Una statistica condotta dall’OMS in associazione con l’American Cancer Society, ha quantificato che il beneficio della chemioterapia equivale appena al 2,2% e i rischi sono di gran lunga maggiori rispetto ai reali benefici.

Inoltre, la chemioterapia non distruggerà mai il 100% delle cellule cancerogene, ma nella migliore delle ipotesi, potrà eliminarne dal 60 all’80%, il restante lavoro spetterà comunque al nostro sistema immunitario.

Perché per così tanto tempo è stato permesso di curare i malati di cancro con la chemioterapia senza cercare o applicare altre soluzioni? Forse sono troppi gli interessi delle case farmaceutiche, dato che al Sistema Sanitario Nazionale un trattamento chemioterapico costa anche mille euro al giorno? Oppure siamo solo cavie umane di laboratorio dove il rispetto e l’interesse della persona non hanno più alcun significato?

Anche la radioterapia, come la chemioterapia ha gravi effetti, soprattutto nel trattamento del cancro al seno, in quanto un seno sottoposto a radiazioni ha più probabilità di sviluppare cancro ai polmoni. E’ stato dimostrato che la radioterapia aumenta fino a 30 volte la sopravvivenza, ma anche la capacità di auto-rinnovo delle cellule del carcinoma mammario, in quanto, mentre inizialmente la radioterapia può far regredire il tumore, in realtà poi una sottopopolazione di cellule resistenti alle radiazioni diventa aggressiva e provoca maggiore malignità. Così succede anche per la chemioterapia o per le radiazioni a basso dosaggio, utilizzate per diagnosticare tumori al seno (mammografie), con molta probabilità potrebbero essere proprio questi esami di “controllo” a causare lo sviluppo dei tumori.

Il cancro non è un processo che avviene a caso, ma è un programma di sopravvivenza, nel quale la cellula tumorale è in grado, grazie alla sua sopravvivenza evolutiva e genetica, di sopravvivere a condizioni difficili come l’esposizione ad agenti chimici, la scarsità di ossigeno, la maggiore disponibilità di zuccheri e il ph acido. La somministrazione di agenti chemioterapici tossici può uccidere la cellula più debole e creare le condizioni affinché possano evolversi le cellule tumorali maligne. Non è la forma “aggressiva” del cancro a provocare la morte dei pazienti, come vorrebbero farci credere, ma i trattamenti stessi.

Forse prima bisognerebbe chiedersi che cos’è il cancro.

“Le nuove scoperte della Fisica Quantistica stabiliscono che siamo sì costituiti da atomi e molecole, ma questi atomi e molecole sono la manifestazione di una determinata frequenza di energia e il cancro non è altro che un’alterazione delle frequenze del nostro corpo a causa di un errore di informazione delle nostre cellule, che le porta ad ammalarsi. Se guardiamo l’uomo come a un campo energetico possiamo comprendere meglio che per guardare dobbiamo ripristinare i corretti flussi energetici del nostro corpo, in modo tale che le cellule malate riacquistino le giuste informazioni e riprendano le corrette funzioni”. Questo è ciò che ha dichiarato il Professor Giuseppe Genovesi, presidente del PNEI (Psico Neuro Endocrino Immunologia) e ricercatore universitario del Policlinico Umberto I di Roma.

Anche lo scienziato americano Bruce Lipton, autore del libro “La Biologia delle Credenze”, spiega che non sono i geni a farci ammalare, ma il modo in cui il nostro corpo interpreta gli stimoli ambientali. La nostra mente inconscia elabora ogni secondo oltre 4 miliardi di informazioni e risponde ad esse in base a come è stata programmata. E’ proprio la nostra mente inconscia che controlla il 95% delle nostre funzioni. Regola la respirazione, la digestione, il battito cardiaco, la pressione arteriosa, legge le informazioni dell’ambiente e attua i relativi meccanismi di risposta. E’ lei che sa quali “frequenze” sono giuste per noi. Da qui possiamo capire quanto sia di vitale importanza imparare a comunicare con la mente inconscia, se vogliamo prendere piena consapevolezza della nostra vita. E’ solo così che possiamo determinare autonomamente se i flussi di energia nel nostro corpo sono corretti o scorretti. Le cellule “impazzite” del cancro non sono altro che cellule che hanno ricevuto frequenze sbagliate, dobbiamo ridare loro le giuste informazioni, affinché possano riappropriarsi delle loro funzioni. Come fare? Quali sono le risorse alle quali dobbiamo attingere per ripristinare le giuste frequenze del nostro corpo? Le soluzioni le possiamo trovare nei tre differenti “livelli” che caratterizzano l’essere umano: mente, corpo e spirito.

Fonti:

http://all-natural.com/tamox.html

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15630849?ordinalpos=1&itool=Entrez

http://www.who.int/whr/2013/report/en/index.html

Tratto da: iconicon

Advertisements

7 risposte a “E non ci dite niente ?

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. E’ pazzesco come ancora oggi si privilegino gli interessi delle case farmaceutiche piuttosto che quelli delle persone.
    Lo stesso discorso della chemioterapia vale per le vaccinazioni, ho scritto un post poco tempo fa con alcune riflessioni a proposito delle vaccinazioni per valutare l’effettiva opportunità di vaccinare il mio bambino, concludendo che assolutamente non è il caso di farlo!!!!

  2. Mi sono permesso di scrivere un post facendo riferimento a questo… eccolo http://wp.me/p1GkWy-5L

  3. mi rifiuto di crederci,se fosse così il mondo sta veramente andando a rotoli……..

  4. Purtroppo anche io devo confermare che è tutto tristemente vero. In virtù del busines si calpesta ogni diritto umano, almeno fino a quando la gente non comincerà ad essere informata in maniera piu’ ampia e corretta soprattutto. I sistemi di cure alternative ci sono e funzionano anche abbastanza bene, io ne conosco due molto efficaci, (TERAPIA “BIDA” DEL DOTT. EMANUELE UGO D’ABRAMO E CROTOXINA DEL PROF. VALTER ALFREDO SILVA). Entrambe si sono dimostrate altamente efficaci contro le malattie neoplastiche, ma io sono sempre dell’idea che queste malattie vanno prevenute nei limiti del possibile a tavola, utilizzando un’alimentazioine alcalina e soprattutto bevendo acqua alcalina. Io stesso avendo cambiato abitudini alimentari e utilizzando questo nuovo strumento altamente tecnologico che produce acqua alcalina, ho risolto il mio problema di ipertensione arteriosa e tanti altri. Oggi non sono piu’ schiavo di nessun tipo di pasticca e vivo felicemente la mia riacquisita salute. Chi volesse qualsiasi tipo di informazione mi puo’ contattare per e mail, sarò felice di condividere con chiunque la mia esperienza.
    sgrass1@alice.it

    • Da: Roberto Vicil
      CHI DESIDERA MI CHIEDA ANCHE DIRETTAMENTE

      “Che il cibo sia la tua medicina, la medicina sia il tuo cibo.”
      “Chi non conosce il cibo non può capire le malattie dell’uomo”

      Ippocrate (il padre della medicina, 460-357 a. C.)

      Brevi note in calce sugli allegati:

      – The China Study: “Lo studio più completo sull’alimentazione (e malattie) mai condotto finora” del Dr. Campbell
      (630.000 ricercatori -collaborazione tra 2 equipe statunitensi e 1 cinese- 30 anni di studio, iniziato negli anni 1975!
      Buon articolo di 4 paginette “sintesi-recensione” dell’omonimo libro di ca. 400 pagg.

      – Cancro e dieta (4 pagg.): Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il
      Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro.

      – Bicarbonato di sodio… quel povero dr. Tullio Simoncini… oltre alla ricerca riferita nel presente allegato
      (“…Il Dr. Mark Pagel, membro dell’University of Arizona Cancer Center, riceverà 2 milioni di dollari come sovvenzione
      da parte del National Institutes of Health per studiare l’efficacia della terapia personalizzata con bicarbonato di sodio
      per il trattamento del cancro al seno”) si è sentita la notizia di altri due studi molto positivi sull’uso del Bicarbotato
      di Sodio per molte forme tumorali. C’è anche un librettino molto economico sulle mille proprietà ed utilizzi anche
      domestici di questa sostanza (non ultimo un buon aiuto in caso di gran mal di stomaco e simili.

      – Alla clinica del Signore: bella “presentazione” di pochi, semplici ma significativi e profondi spunti di riflessione.

      Interessantissima scoperta scientifica accidentale (divulgata dalla prestigiosa rivista “Nature Medicine”):
      “Whoops! la Chemioterapia peggiora il Cancro”
      Uno studio rivela accidentalmente che la Chemioterapia peggiora sensibilmente il Cancro.

      (Tratto da: http://www.iconicon.it/blog/2012/11/whoops-la-chemioterapia-peggiora-il-cancro/ )

      Un team di studiosi alla ricerca del perché le cellule tumorali sono così resistenti, accidentalmente è inciampato su una scoperta molto più importante. Mentre conducevano la loro ricerca, il team ha scoperto che la chemioterapia in realtà danneggia fortemente le cellule sane e, successivamente, fa scattare in loro il rilascio di una proteina che sostiene e dà combustibile alla crescita tumorale.

      Oltre a ciò, rende il tumore altamente resistente al trattamento futuro .

      Segnalando i loro risultati sulla prestigiosa rivista Nature Medicine, gli scienziati riferiscono che i risultati sono stati ‘del tutto inaspettati’. Avendo trovato evidenza di danno significativo al DNA in sede di esame degli effetti della chemioterapia sui tessuti provenienti ​​da uomini con cancro alla prostata, gli scritti sono uno grande schiaffo in faccia alle organizzazioni tradizionali di medici che stanno spingendo la chemioterapia come l’unica opzione per i malati di cancro da anni.

      La notizia arriva dopo che è stato già eliminato dal-simile rottura di ricerca che farmaci contro il cancro costosi non solo non riescono a trattare i tumori, ma in realtà li rendono di gran lunga peggiore. I farmaci contro il cancro sono risultati favorire la ‘metastasi’ dei tumori e la loro crescita in maniera massiccia in dimensioni dopo il consumo. Come risultato, i farmaci uccidono i pazienti più rapidamente .

      Conosciuta come WNT16B, gli scienziati che hanno effettuato le ricerche dicono che questa proteina creata dal trattamento chemio aumenta la sopravvivenza delle cellule del cancro ed è la ragione per cui la chemioterapia conclude effettivamente la vita in modo più rapido. Il co-autore Peter Nelson, membro del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, spiega:

      “La WNT16B, se prodotta, può interagire con le cellule tumorali vicine e farle crescere, invadere, e, soprattutto, resistere alla terapia successiva.”

      Il team ha poi concluso l’istruzione con queste parole:

      “I nostri risultati indicano che le risposte determinate nelle cellule benigne … possono contribuire direttamente alla cinetica di una maggiore crescita del tumore.”

      Nel frattempo, sostanze naturali depennate dai trattamenti come curcuma e zenzero, che sono sempre stati trovate ridurre efficacemente i tumori e combattere la diffusione del cancro. In una revisione di 11 studi, è emerso per esempio che
      l’uso di curcuma riduce le dimensioni del tumore al cervello di uno scioccante 81%. Ulteriori ricerche hanno anche dimostrato che
      la curcuma è in grado di arrestare la crescita delle cellule del cancro del tutto. Una donna ha recentemente colpito i titoli principali, rivelando la sua vittoria contro il cancro utilizzato principalmente la curcuma.

      Questa scoperta accidentale cui sono arrivati ​​gli scienziati mostra inoltre la mancanza di vera scienza dietro a molti trattamenti ‘vecchio paradigma’, nonostante quello che i funzionari della sanità molti vorrebbero far credere. La verità della questione è che le alternative naturali non ricevono finanziamenti quanto farmaci e interventi medici, perché semplicemente non c’è alcun spazio per scopo di lucro.

      Se tutti usassero la curcuma e vitamina D per il cancro (e meglio ancora la prevenzione del cancro), le aziende farmaceutiche più importanti verrebbero a mancare.

      Fonti aggiuntive:

      http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21775121

      http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19138983

      Questo articolo è originariamente apparso in NaturalSociety.com, un’ottima fonte di notizie alternativa verità salute.

      Fonte
      ====================
      La causa primaria del Cancro
      “Che il cibo sia la tua medicina, la medicina sia il tuo cibo.”
      Ippocrate (il padre della medicina)
      Pochissime persone in tutto il mondo lo sanno, perché questo fatto è nascosto dall’industria farmaceutica
      alimentare.

      Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro.
      Proprio così. Ha trovato la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.
      Otto ha scoperto che il cancro è il risultato di un potere antifisiologico e di uno stile di vita antifisiologico.
      Perché? Poiché sia con uno stile anti-fisiologico nutrizionale (dieta basata su cibi acidificanti) e l’inattività fisica, il corpo crea un ambiente acido.
      (Nel caso di inattività, per una cattiva ossigenazione delle cellule.)
      L’acidosi cellulare causa l’espulsione dell’ossigeno
      La mancanza di ossigeno nelle cellule crea un ambiente acido.
      Egli ha detto: “La mancanza di ossigeno e l’acidità sono due facce della stessa medaglia:. Se una persona ha uno, ha anche l’altro.”
      Cioè, se una persona ha eccesso di acidità, quindi automaticamente avrà mancanza di ossigeno nel suo sistema.
      Se manca l’ossigeno, avrete acidità nel vostro corpo.
      Egli ha anche detto:
      “Le sostanze acide respingono ossigeno, a differenza delle alcaline che attirano ossigeno.”
      Cioè, un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno.
      Egli ha dichiarato:
      “Privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore e’ possibile convertirla in un cancro”.
      “Tutte le cellule normali hanno il bisogno assoluto di ossigeno ma le cellule tumorali possono vivere senza ossigeno”. (Una regola senza eccezioni.)
      “I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini.”
      Nella sua opera “Il metabolismo dei tumori,” Otto ha mostrato che tutte le forme di cancro sono caratterizzate da due condizioni fondamentali: acidosi del sangue (acido) e ipossia (mancanza di ossigeno).
      Ha scoperto che le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno.
      Le cellule tumorali possono sopravvivere soltanto con glucosio e in un ambiente privo di ossigeno.
      Pertanto, il cancro non è altro che un meccanismo di difesa che hanno alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente acido e privo di ossigeno.
      In sintesi:
      Le cellule sane vivono in un ambiente ossigenato e alcalino che consente il normale funzionamento.
      Le cellule tumorali vivono in un ambiente acido e carente di ossigeno.
      Importante:
      Una volta terminato il processo digestivo, gli alimenti, a secondo della qualità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali, forniscono e generano una condizione di acidità o alcalinità nel corpo. In altre parole ….. dipende unicamente da ciò che si mangia.
      Il risultato acidificante o alcalinizzante viene misurato con una scala chiamata PH, i cui valori vanno da 0 a 14, al valore 7 corrisponde un PH neutro.”
      E’ importante sapere come gli alimenti acidi e alcalini influiscono sulla salute, poiché le cellule per funzionare correttamente dovrebbe essere di un PH leggermente alcalino (poco di sopra al 7).
      In una persona sana, il PH del sangue è compreso tra 7.4 e 7.45.
      Se il PH del sangue di una persona inferiore 7, va in coma.
      Gli alimenti che acidificano il corpo:
      * Lo zucchero raffinato e tutti i suoi sottoprodotti. (E’ il peggiore di tutti: non ha proteine, senza grassi, senza vitamine o minerali, solo carboidrati raffinati che schiacciano il pancreas)
      Il suo PH è di 2,1 (molto acido)
      * Carni. (Tutte)
      * Prodotti di origine animale (latte e formaggio, ricotta, yogurt, ecc)
      * Il sale raffinato.
      * Farina raffinata e tutti i suoi derivati. (Pasta, torte, biscotti, ecc)
      * Pane. (La maggior parte contengono grassi saturi, margarina, sale, zucchero e conservanti)
      * Margarina.
      * Antibiotici * e medicine in generale.
      * Caffeina. (Caffè, tè nero, cioccolato)
      * Alcool.
      * Tabacco. (Sigarette)
      * Qualsiasi cibo cotto. (la cottura elimina l’ossigeno aumentando l’acidità dei cibi”)
      * Tutti gli alimenti trasformati, in scatola, contenenti conservanti, coloranti, aromi, stabilizzanti, ecc.
      Il sangue si ‘autoregola’ costantemente” per non cadere in acidosi metabolica, garantire il buon funzionamento e ottimizzare il metabolismo cellulare.
      Il corpo deve ottenere delle basi minerali alimentari per neutralizzare l’acidità del sangue nel metabolismo, ma tutti gli alimenti già citati (per lo più raffinati) acidificano il sangue e ammorbidiscono il corpo.
      Dobbiamo tener conto che con il moderno stile di vita, questi cibi vengono consumati almeno 3 volte al giorno”, 365 giorni l’anno e tutti questi alimenti sono anti-fisiologici.

      Gli alimenti alcalinizzanti:
      * Tutte le verdure crude. (Alcune sono acide al gusto, ma all’interno del corpo avviene una reazione è alcalinizzante.” Altre sono un po acide, tuttavia, forniscono le basi necessarie per il corretto equilibrio)
      Verdure crude producono ossigeno, quelle cotte no.
      * I frutti, stessa cosa. Ad esempio, il limone ha un PH di circa 2,2 tuttavia, all’interno del corpo ha un effetto altamente alcalino. (Probabilmente il più potente di tutti non fatevi ingannare dal sapore acidulo)
      * I frutti producono abbastanza ossigeno.
      * Alcuni semi, come le mandorle sono fortemente alcalini.
      * I cereali integrali.
      L’unico cereale alcalinizzante è il miglio. Tutti gli altri sono leggermente acidi, tuttavia, siccome la dieta ideale ha bisogno di una percentuale di acidità, è bene consumarne qualcuno.
      Tutti i cereali devono essere consumati cotti.
      Il miele è altamente alcalinizzante.
      * La clorofilla delle piante è fortemente alcalina. (Da qualsiasi pianta, in particolare aloe vera)
      * L’acqua è importante per la produzione di ossigeno.
      “La disidratazione cronica è la tensione principale del corpo e la radice della maggior parte di tutte le malattie degenerative.” Lo afferma il Dott. Feydoon Batmanghelidj.
      * L’esercizio ossigena tutto il corpo.
      “Uno stile di vita sedentario usura il corpo.”
      L’ideale è avere una alimentazione di circa il 60% alcalina piuttosto che acida, e, naturalmente, evitare i prodotti maggiormente acidi come le bibite, lo zucchero raffinato e gli edulcoranti.
      Non abusare del sale o evitarlo il più possibile.
      Per coloro che sono malati, l’ideale è che l’alimentazione sia di circa 80% alcalina, eliminando tutti i prodotti più nocivi.
      Se si ha il cancro il consiglio è quello di alcalinizzare il più possibile.”
      Inutile dire altro, non è vero?
      Dr. George W. Crile, di Cleveland, uno dei chirurghi più rispettati al mondo, dichiara apertamente:
      “Tutte le morti chiamate naturali non sono altro che il punto terminale di un saturazione di acidità nel corpo.”
      Come precedentemente accennato, è del tutto impossibile per il cancro di comparire in una persona che libera il corpo dagli acidi con una dieta alcalina, che aumenta il consumo di acqua pura e che eviti i cibi che producono acido.
      In generale, il cancro non si contrae e nemmeno si eredita. Ciò che si eredita sono le abitudini alimentari, ambientali e lo stile di vita. Questo può produrre il cancro.
      Mencken ha scritto:
      “La lotta della vita è contro la ritenzione di acido”.
      “Invecchiamento, mancanza di energia, stress, mal di testa, malattie cardiache, allergie, eczema, orticaria, asma, calcoli renali, arteriosclerosi, tra gli altri, non sono altro che l’accumulo di acidi”.
      Dr. Theodore A. Baroody ha detto nel suo libro “Alcalinizzare o morire” (Alcaline o Die).
      In realtà, non importano i nomi delle innumerevoli malattie, ciò che conta è che essi provengono tutti dalla stessa causa principale: molte scorie acide nel corpo”
      Dr. Robert O. Young ha detto:
      “L’eccesso di acidificazione nell’organismo è la causa di tutte le malattie degenerative. Se succede una perturbazione dell’equilibrio e un corpo inizia a produrre e immagazzinare più acidità e rifiuti tossici di quelli che è in grado di eliminare allora le malattie si manifestano.”
      E la chemioterapia?
      La chemioterapia acidifica il corpo a tal punto che ricorre alle riserve alcaline del corpo immediatamente per neutralizzare tale acidità, sacrificando basi minerali (calcio, magnesio e potassio) depositati nelle ossa, denti, articolazioni, unghie e capelli.
      Per questo motivo osserviamo tali alterazioni nelle persone che ricevono questo trattamento e tra le altre cose la caduta dei capelli.
      Per il corpo non vuol dire nulla andare via senza capelli, ma un PH acido significherebbe la morte.
      Niente di tutto questo è descritto o raccontato perché, per tutte le indicazioni, l’industria del cancro (leggi: industria farmaceutica) e la chemioterapia sono alcune delle attività più remunerative che esistano… Si parla di un giro multi-milionario e i proprietari di queste industrie non vogliono che questo sia pubblicato.
      Tutto indica che l’industria farmaceutica e l’industria alimentare sono un’unica entità e che ci sia una cospirazione in cui si aiutano l’un l’altro al profitto.
      Più le persone sono malate, più sale il profitto dell’industria farmaceutica.
      E per avere molte persone malate serve molto cibo spazzatura tanto quanto l’industria alimentare produce.
      Quanti di noi hanno sentito la notizia di qualcuno che ha il cancro e qualcuno dire: “… Può capitare a chiunque…”
      No, non poteva!
      “Che il cibo sia la tua medicina, la medicina sia il tuo cibo.”
      Ippocrate (il padre della medicina)

      Sito fonte: pmbeautyline (non piu’ online)
      Riportato da:
      https://raggioindaco.wordpress.com/2012/10/30/la-causa-primaria-del-cancro/#more-7339

      “Chi non conosce il cibo
      non può capire le malattie dell’uomo”
      Ippocrate (460-357 a. C.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: