Sananda: Come le Tenebre ispirano la Luce e “Il Buco Nero del Perdono del perdono”   Leave a comment

jesus-4-258x3001Articolo di Gabriella e Kathryn.

( traduzione Ben Boux http://www.lanuovaumanita.net)

Sono io, Sananda, che vengo da voi, dal ponte della Nuova Gerusalemme. Sono qui con il nostro amato Ashtar ed il suo equipaggio, pianificando la prossima “Invasione degli Angeli”. Siamo così entusiasti di quello che state per sperimentare nelle prossime settimane, che non possiamo “contenere” noi stessi. Questa è un’ idea divertente, non è vero? dal momento che non abbiamo contenitori per corpi qui, ma voi capite quello che intendiamo. Stiamo ridendo e scambiando il cinque e ballando di gioia, immaginando le espressioni sui vostri volti quando sarete nuovi ricchi, nel servizio agli altri, liberi da tutte le restrizioni oscure, e poi guardiamo al cielo e vediamo la nostra gloriosa armata di spumeggianti, danzanti navi spaziali, che stanno avanzando verso voi in un bellissimo “pas a deux” coreografico!

Per noi, è così evidente che avete già compiuto ciò che deve essere fatto per vincere la vostra libertà, che stiamo già programmando le celebrazioni. Siamo consapevoli che a quelli di voi, che stanno guardando le “notizie” alla TV, sembra come se una raccapricciante violenza sia scoppiata in ogni paese, ogni città e ogni famiglia del pianeta, ma è semplicemente non vero. Gli incidenti che state vedendo ora sono i contratti che si stanno realizzando, per far sì che il mondo intero sia così tanto disgustato dalla violenza, da allontanarsene con disgusto, per non ritornare più a pensieri di conquista, dominio o prevaricazione su nessuno, mai.

Siamo grati a coloro che si sono presi la responsabilità di interpretare il ruolo di assassini e di despoti pazzi. Sono quelli che faranno rivoltare lo stomaco di tutta la popolazione del Pianeta Terra e quindi rivolgere la marea verso la Luce. E’ stato sempre così, Carissimi. L’ umanità ha bisogno di vivide drammatizzazioni di crudeltà, perché sia risvegliata dalle parodie rivoltanti tutto intorno ad essa, grandi e piccole.

Ora siete consapevoli del fatto che le disumanità della seconda guerra mondiale hanno ispirato il movimento per i diritti civili, il movimento delle donne, il movimento per i diritti dei gay, e la sensazione generale che ogni intolleranza e disuguaglianza devono essere sradicate, sostituite da tolleranza e compassione. Può arrivare a sorprendervi che gli autori dei famigerati crimini di guerra nazisti, così come gli istigatori di vari doppio gioco criminali dietro le quinte, erano gli stessi che ora riverite come i vostri amati Maestri Ascesi e Arcangeli.

Potete essere sbalorditi da questa idea. Perché Dio vuole che i suoi Lavoratori della Luce più forti e migliori eseguano tali abominevoli azioni? E’ abbastanza semplice, Amati Umani. Voi siete tutti caduti così completamente sotto l’ incantesimo della lenta discesa nel male che eravate ipnotizzati, incapaci di rispondere giorno per giorno alla crudeltà e alle ingiustizie. Vi sono state date molte possibilità per fermare la scivolata verso le tenebre. Ricordate: Hitler è stato eletto in elezioni libere e democratiche. Ci sono stati molti momenti in cui il popolo avrebbe potuto fermare le atrocità, tipo leggi che sono state promulgate per obbligare gli Ebrei ad indossare la stella di David, e il sostegno precoce e aperto del Congresso degli Stati Uniti e dei banchieri occidentali, che stavano finanziando la macchina da guerra nazista.

Io uso l’ esempio della seconda guerra mondiale, perché avete più familiarità con questa storia. Avete anche familiarità con i massacri perpetrati da Pol Pot, Idi Amin, Stalin, Franco, Mussolini, atrocità contro i nativi americani, e le popolazioni dell’ Armenia, Guatemala, Ucraina, Turchia, Nigeria, Croazia, Sudan, ed i genocidi del Ruanda, che sono stati effettuati da persone con i machete? Tutte queste atrocità e molte altre avrebbero potuto essere fermate, se le vittime fossero state sostenute dai loro paesi vicini e il notevole peso del diritto internazionale fosse stato portato a contrastare l’ inizio di questi movimenti, prima che gli autori potessero costruire una torre d’ avorio per proteggere loro stessi dall’ espulsione e dal perseguimento penale. In ogni caso, i segnali di allarme erano evidenti, e il mondo ha chiuso un occhio ed è ritornato a dormire, permettendo che l’ impeto della quantità di rabbia e vendetta si costruisse e vomitasse sulla terra come una eruzione vulcanica di idee velenose e sentimenti tossici.

Ora siamo in un momento nella storia del mondo, dove si possono prevenire atrocità come queste. E’ una cosa semplice da eliminare, quando i leader di tutti i principali paesi sono disposti a creare un tribunale civile pienamente operativo, sostenuto da una semplice struttura di imposizione locale e internazionale, che richiede solo che gli individui siano arrestati e consegnati alla giustizia quando hanno dato la prima prova di un comportamento crudele o inumano. Non serve la richiesta di carri armati, truppe e mitragliatrici, quando le ingiustizie vengono fermate alla radice. Nessun individuo o gruppo canaglia può fronteggiare la coscienza di gruppo di una nazione o di un pianeta.

Quindi, vedete, questo è il motivo per cui vi abbiamo aiutato a vedere le cose chiaramente, a usare il vostro giudizio e i vostri poteri intuitivi per identificare l’ ingiustizia, la disuguaglianza e l’ abuso nel momento in cui vi venivano presentati, non dopo il divorzio, il genocidio, o la perversione della giustizia, quando vi trovate nelle ceneri di un altro disastro, che avrebbe potuto essere evitato. Prendere questa posizione – che sapete ciò che vedete, e siete disposti ad agire su quello – è il risultato della padronanza della piena consapevolezza.

Vivere in piena coscienza non significa che vedete solo ciò che è piacevole, e ribattezzare tutto con un nome che riabiliti la verità. Questo è un disgraziato sistema di filosofia e credenze New Age che paralizza la propria intelligenza e i poteri intuitivi. I principi di perdono e l’ esercizio del giudizio sono stati distorti e contorti per creare una camicia di forza morale restrittiva e soffocante come qualunque precetto religioso.

Ho chiesto a Gabriella e Kathryn di scrivere un pezzo per illuminare questi gravi fraintendimenti su ciò che rende una persona “buona”. Loro aggiungeranno il loro articolo alla fine del mio messaggio e lo pubblicheranno sul loro media per renderlo disponibile ai Lavoratori della Luce. Questo libererà molti dal senso di colpa e insicurezza, che è stato imposto dalla innaturale esigenza di “perdonare tutti” a fronte delle atrocità personali e dalle dolorose conseguenze che rimangono non cicatrizzate.

Come avete sollevato la vostra coscienza e cominciato a sentire la coscienza di gruppo che cresce sul pianeta, si sono anche aperti, la vostra mente e il vostro cuore, ad accettare più sofisticati e sfumati modi di guardare il mondo. Ora è il momento di mandare le vecchie idee e i vecchi concetti nella pattumiera delle idee irrazionali di scarto, anche se quelle idee erano state presentate dai vostri Lavoratori della Luce preferiti la scorsa settimana. Ricordate, Carissimi, nessuna idea è sacra. Nessun pensiero è santo. Nessun insegnamento è sacrosanto, neppure, o soprattutto non il mio. Solo il vostro cuore conosce la verità, ed è giunto il momento di portare il vostro cuore alla ribalta e di lasciarvi alle spalle tutte le vecchie restrizioni e vincoli, per la vostra piena fioritura come Maestro.

Vi amo in eterno, senza esitazioni o condizioni. Sono Sananda, e approvo questo messaggio e quello che segue, da Gabriella e Kathryn sul tema del Buco Nero del Perdono.

Trascritto da Kathryn E. May 23 agosto 2014, 12:00, New York

Il Buco Nero del Perdono: La Trappola “New Age”.

di Gabriella Brightlight e Kathryn E. May, PsyD

Parliamo del buco nero del perdono. Molte volte, la gente pensa di esprimere il perdono quando è in realtà nella smentita. E’ stata promossa una falsa idea “New Age”, che per diventare un amorevole essere spirituale sia necessario perdonare tutti, anche se vi hanno maltrattati, mancato di rispetto e indotti in errore. Le persone sono così a disagio con la rabbia che è diventata una pratica religiosa saltare del tutto questa emozione, e passare direttamente a spegnersi per adattarsi. Questo si chiama “perdono”.

C’ è anche una idea simile del New Age che è qualcosa di questo genere: non possiamo usare il giudizio perché il giudizio condanna gli altri, e per essere una persona spirituale, dovete amare tutti. In realtà, scrutare, valutare e misurare ciò che sta accadendo è buon uso della vostra intelligenza, non un atto ostile. La cabala ha lavorato sodo, per una buona ragione, per insegnarci a credere che usare il giudizio sia identico a esprimere giudizi. E’ stato un insegnamento intenzionale e brillante per ingannare l’ umanità e farle abbracciare la cecità. Se li avessimo veramente guardati con un chiaro giudizio, avremmo visto attraverso la loro illusione e loro sarebbero stati impotenti su di noi.

Quando guardate da vicino qualcosa, voi consentite l’ intuitiva risposta di bandiera rossa che porta istantaneamente alla Verità e lontano dal pericolo. Ma ciò significa che dovete usare il proprio giudizio. Invece, ci si aspetta che siate ignoranti su ciò che sentite, allo scopo che si sentano bene le altre persone, soprattutto quelle che si comportano male verso di voi. Ci si aspetta che dobbiate accettare tutte le persone proprio come sono, anche se, di nuovo qui …, vi hanno maltrattato, vi sono mancate di rispetto, e vi abbiano tratti in inganno.

L’ immagine che abbiamo appena descritto è così circolare ( il perdono, la negazione, l’ oblio, la negazione, la rabbia, la negazione, e la cecità) che vi impedisce di arrivare mai al punto, o alla verità, di ciò che è realmente accaduto. Questo atteggiamento vi mette sempre a rischio di ripetere gli errori del passato, quando l’ uso del giudizio e dell’ intuizione vi avrebbe permesso la possibilità di portare la vostra vita ad un livello superiore. Così siete bloccati nella negazione, perché presumibilmente, esprimere chi siete e cosa pensate va contro il perdono verso gli altri. Questo incoraggia la tolleranza infinita verso le persone a cui non dovrebbero essere consentiti i diritti ed i privilegi di essere vicine a voi.

Questo ci porta alla terza menzogna che conduce al buco nero: Dicendo la verità, fate star male gli altri e “Agitate le acque”. Questo non è socialmente accettabile porterà al rifiuto e all’ abbandono ( dalle stesse persone che dovreste aver già lasciato alle spalle ). Mentre mantenete questa circolare prigione emotiva non potete parlare veramente o esprimere i propri sentimenti onestamente. Ci si aspetta che voi irraggiate amore, o rischiate di essere visti come intolleranti, egoisti e troppo sensibili.

Come potete essere in grado di irradiare amore quando avete messo tutto il risentimento, la rabbia e la paura nello stomaco, intestino, cuore e mente allo scopo di incollare un grande sorriso sul vostro viso e fingere che tutto va bene? Questo non è amore, perdono, tolleranza o elevazione spirituale; è negazione. Tutto questo è stato progettato per impedire che siate liberi, e vi impedisce di alzare la vibrazione per essere il brillante Lavoratore della Luce che siete veramente. Avete appena sottoscritto di indossare la catena e la boccia di ferro che vi impedirà di salire alla vostra Ascensione.

Pertanto, negazione significa veramente che dovete mettere tutte le persone, gli eventi e i comportamenti personali che non vi piacciono e che vi fanno sentire vergogna, rabbia, feriti o indegni in una piccola scatola con l’ etichetta “da dimenticare”. Questo inserire in un angolo segreto di voi stessi, mentre vi date il merito di aver “portato questo fuori”. In questo modo, adottate il principio della cabala: “E’ successo tanto tempo fa che non è più vero, quindi non tirarlo di nuovo fuori”. Capite che in questo modo non potete manifestare la vostra vita ideale, perché la visione della vostra vita ideale muore con la negazione di voi stessi.

Se siete nella modalità del diniego, non potete perdonare voi stessi e non potete perdonare gli altri. Come risolvere questo paradosso? In primo luogo dobbiamo capire che ci sono due forme reali di perdono.

In primo luogo, vi è la forma della verità e della riconciliazione col perdono, che ha luogo tra due o più persone che sono presenti e consapevoli dell’ interazione. Ciò richiede il riconoscimento delle responsabilità, il genuino rammarico e le scuse sincere, “Prometto che non vi farò mai questo di nuovo” e non lo fanno, mai. Solo allora è possibile, a colui che è ferito, perdonare veramente e andare avanti nel rapporto, senza compromettere l’ integrità e il buon giudizio. ( Attenzione alla false scuse che portano un tono di biasimo e di rivendicazione di diritti. La manipolazione: “Mi dispiace che me l’ hai fatto”. )

Le seguenti condizioni devono essere presenti al fine di risolvere il conflitto:

– Colui che è stato ferito riconosce i loro sentimenti e offre agli altri la possibilità di compensare il loro errore. Questo è un dono di fiducia e buona volontà.

– La persona che ha ferito un altro si assume la responsabilità, esprime un genuino rimpianto, e chiede perdono. Questo crea un ambiente in cui le reali vicinanza e fiducia possono crescere. Da questo terreno fertile, si può sviluppare un rapporto forte e sano.

Le genuine riconciliazioni e perdono richiedono apertura, trasparenza, reciproca gentilezza e l’ accordo cosciente prima di passare oltre. Se non avete compiuto questo, e decidete di rimanerci, state creando una ricetta per il disastro. Se non avete visto tutti gli elementi di cui sopra, e voi “perdonare e dimenticate” in ogni caso, state abbandonando la vostra libertà e la possibilità di essere autenticamente voi stessi. E’ più saggio andare via. Compromettere la vostra integrità nella trattativa della risoluzione può ricreare solo il ciclo di risentimento e dolore.

La seconda forma di perdono è la padronanza assoluta dei sentimenti, a prescindere da qualsiasi rapporto continuativo. Questo non deve essere confuso con il riconciliazione / perdono di cui sopra. In questo caso, il colpevole è impenitente, non disposto a negoziare, o assente. Questa forma di perdono non deve essere usata come scusa per giocare sul lato oscuro sostenendo il cattivo comportamento del’ altro, o per congratularsi con voi per essere al di sopra di tutto.

Siamo consapevoli che la dissoluzione interna del dolore o delle lesioni del passato sia la via per la pace della mente. Al fine di raggiungere questo obiettivo dobbiamo essere disposti ad abbandonare tutti i sentimenti di risentimento o di vittimizzazione, che ci tengono legati al colpevole e all’ oscurità che abbiamo vissuto. Vedere che il nostro recupero è più importante della vendetta ci permette di fare la scelta di liberare noi stessi per amare di nuovo, nonostante il male passato.

Uno che è stato devastato da eventi traumatici o da una vita senza amore può perdere la presa su se stesso, sulla sua fede in Dio e il suo rispetto di sé. Le persone che sono state vittime possono cadere in un pozzo senza fondo di senso di colpa e disgusto. Ci vuole coraggio, determinazione e attenzione per ripristinare la vostra fede e credere in voi stessi.

Questa forma di perdono è fondamentale circa il proprio recupero e la decisione di vivere nel presente, in amore con voi stessi. Abbracciando la verità del vostro passato, piuttosto che cercare di negarlo, rende possibile ripristinare il senso di autostima e dignità. Questo è un vero successo. Imparare ad amare se stessi è la vera chiave per il perdono. E’ la via d’uscita dal Buco Nero, e il percorso per manifestare la vita ideale che siete venuti qui per vivere.

Per un’ ulteriore discussione su questi temi, vedere il Capitolo 27, “Come lo posso superare?” E il Capitolo 28, “Imparare il Perdono,” Il libro Chi ha bisogno di Luce? da Kathryn E. May, PsyD

“Mi piace” a noi in Facebook: Healing For Ascension Tour
https://www.facebook.com/pages/Healing-For-Ascension-Tour/631766556869814

“Unitevi” a noi in Facebook Healing For Ascension Tour Group
https://www.facebook.com/groups/268493096648640/

Internet Radio shows: BlogTalkRadio.com/ChannelPanel
http://www.blogtalkradio.com/channelpanel

Libro di Kathryn E. May, PsyD: Who Needs Light?
http://whoneedslight.org/bookandauthor.html

Sottoscrivete per questi messaggi.
http://whoneedslight.org/page/482458226.html

Archivio di tutte le canalizzazioni trascritte.
http://whoneedslight.org/page/482459648.html

È concesso il permesso di condividere o copiare questi messaggi, senza fare aggiunte o modifiche, citando il canale e il sito web, http://www.whoneedslight.org .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: