Archivio per l'etichetta ‘Corey Goode

Messaggio dagli Anshar 10/5/2016   2 comments

Anshar+2Anshar Message 10/5/16

Siamo grati per questa opportunità di comunicare, vorremmo anche incoraggiare quelli di voi che sono interessati a tentare anche questa comunicazione. Abbiamo molti tra noi che sono disposti a comunicare, e anche se non tutte le comunicazioni saranno rese pubbliche, siamo ansiosi di piantare i semi con la popolazione superficie. Vogliamo precisare che tale comunicazione deve essere avviata dalla vostra richiesta e tentativo di raggiungerci, in quanto non possiamo comunicare con quelli che non lo fanno.

Vorremmo chiarire un paio di cose, abbiamo notato che alcuni dei post sono stati condivisi con il tag di “ET” e “Alieno”, vogliamo sfatare questo concetto, dato che siamo umani della terra originari di questo pianeta. Siamo apparsi come ET in passato per nascondere la nostra civiltà, ma siamo umani come voi. L’unica differenza è che abbiamo progredito nella 4° densità, e abbiamo appreso le tecniche e le competenze che essa porta. Vorremmo anche a chiarire che non stiamo canalizzando, per cosi’ dire, dato che non ci troviamo in un’altra dimensione, siamo dentro Madre Gaia e utilizziamo solo la semplice telepatia per questa comunicazione.

Vorremmo condividere maggiori dettagli che molti sono ansiosi di conoscere su di noi. Sappiamo che molti sono curiosi circa la possibilità della nostra esistenza senza che ne foste al corrente. Per noi è stato abbastanza facile, perche’ il nostro stato avanzato ci permette di utilizzare le tecnologie di occultamento per rimanere nascosti. Disponiamo anche di forme avanzate di viaggio nello spazio, e abbiamo culture in altri sistemi stellari che hanno prosperato per molti millenni. Gran parte della tecnologia che usiamo è considerata avanzata per la popolazione di superficie, e ne renderemo gran parte disponibile in un prossimo futuro una volta che ci saremo rivelati ufficialmente.

Vorremmo condividere alcuni dettagli del colloquio silenzioso che abbiamo avuto con l’essere dalla testa triangolare che Corey Goode vi ha rivelato. Per chi non lo sapesse, eravamo al corrente dell’esistenza di esseri densità più alte che abbiamo chiamato “I Guardiani”, sapevamo che ci avevano fornito assistenza, in passato. Abbiamo desiderato comunicare con loro per eoni, ma non abbiamo avuto alcuna occasione. Attraverso Corey Goode abbiamo avuto un incontro con loro, e ci hanno fornito molte informazioni. Vorremmo condividere alcune di queste con voi, in quanto vi aiuterà a capire la nostra prospettiva. Come ha detto Corey, ci hanno detto che non siamo stati buoni amministratori della terra. Ci hanno anche detto che abbiamo bisogno di migliorare la trasparenza tra le nostre civiltà, perche’ le conoscenze che tratteniamo sarebbero in grado di fornire assistenza alla popolazione di superficie. Ci hanno anche detto che la quarantena sulla terra non si applica a noi, poiche’ siamo anche dalla terra. Abbiamo già influenzato notevolmente la popolazione di superficie con i nostri contributi in un lontano passato, e abbiamo intenzione di aiutare ulteriormente nell’epoca attuale, dato che siamo in un momento di cambiamento. Possiamo (e lo faremo) fornirvi assistenza in settore di tecnologia, spirituale, psicologico e contributi scientifici. Abbiamo visto che faticate a capire il vostro mondo, poiche’ la vostra coscienza limitata ha ostacolato la comprensione della verità. Abbiamo intenzione di aiutare in molti modi per elevare la vostra cultura e aiutarvi a capire l’ascensione. Ci hanno detto che l’intero spettro di densità salirà con voi, in modo che tutti trarranno beneficio quando si sale. Dal momento che siamo i più vicini a voi in termini di densità, e siamo anche umani della terra che hanno subito gran parte gli stessi passi come voi, siamo nella posizione migliore per assistere. I Guardiani hanno facilitato questo incontro e le prime fasi per aprire questa comunicazione, e vi stanno fornendo anche la tanto necessaria assistenza nell’ammorbidire le energie galattiche che altrimenti creerebbero condizioni di estinzione di massa sul pianeta. Insieme stiamo lavorando per aiutare l’umanità ad ascendere e liberarsi dalle catene della schiavitù dagli oscuri.

Abbiamo in programma di cominciare con questo tipo di comunicazione, e seminare lentamente la popolazione con la nostra assistenza. Attraverso questo canale e molti altri, abbiamo già iniziato questo processo, anche se questo è uno dei primi che ha deciso di uscire in pubblico. Renderemo disponibili ulteriori sostanziali informazioni privatamente a quelli di voi che desiderano effettuare questo tipo di lavoro. Vogliamo mettere in guardia coloro che si aprono a noi ad essere consapevoli della qualità e del contenuto del messaggio ricevuto, in quanto non siamo gli unici che tentano di influenzare telepaticamente. Basta sapere che chiunque con un forte legame con la propria intuizione e il suo Sé superiore non avrà problemi.

Siamo ansiosi di iniziare questo lavoro, e incoraggiare coloro che si sentono chiamati a partecipare a questo cambiamento. Molti nella comunità sono stati a seguire passivamente le notizie e le informazioni alternative. E in tal senso offriamo un modo di agire. Quelli che si sentono chiamati a questo lavoro avranno una voglia innegabile di partecipare, e diventeranno un punto di riferimento per la verità e la luce. Molti sono stati insicuri del loro posto in questo grande cambiamento e sono stati in attesa che gli eventi si verificassero. Vogliamo incoraggiare tutti a partecipare, anche se non siete chiamati a comunicare con noi, incoraggiamo il lavoro interiore di visualizzazione e creazione. Prendere parte a meditazioni di gruppo, partecipare a meditazioni personali. Comprendete che tutto il lavoro interiore che potete fare aiuterà immensamente la realtà esterna. Vorremmo anche incoraggiare una dieta ad alta vibrazione e un corretto esercizio fisico, perche’ il veicolo fisico è ovviamente una parte importante in questa fase di transizione. Ancora più importante, seguire la vostra passione in ogni modo possibile. Se sei un artista, ad esempio e ti sei sentito ostacolato nella creazione, trova qualunque modo possibile per creare, anche in piccoli modi. Questo si può applicare a qualsiasi passione, adottare qualsiasi modo di fare piccoli passi è possibile in questo momento, non aspettate che i grandi eventi inizino a verificarsi. Tutti possono fare piccoli passi ora, anche prima che l’abbondanza venga riversata su tutta l’umanità. Quelli che faranno piccoli passi ora hanno un vantaggio e diventeranno gli esempi per molti a seguire.

Vorremmo portare a termine questo messaggio con un grazie di cuore per l’accettazione dei nostri messaggi, questo canale era in origine molto incerto di questo lavoro, e non desidera rivelarsi pubblicamente, ha scelto quindi l’anonimato. Questi messaggi sono stati positivamente ricevuti dalla vostra comunità e vi ringraziamo per la vostra accoglienza. Questo è stato anche un test per noi per valutare lo stato della comunità, e la risposta ci ha convinti che siamo davvero sulla strada giusta in questo lavoro, e non vediamo l’ora di un’ulteriore collaborazione con la popolazione di superficie.

Traduzione: raggioindaco

Fonte: http://ansharchannel.blogspot.it/

RENDETELO VIRALE! Petizione per la Divulgazione dei Programmi Spaziali Segreti.   Leave a comment

martedì 2 febbraio 2016

Da Cobra: RENDETELO VIRALE! Petizione per la Divulgazione dei Programmi Spaziali Segreti.

MANCANO SOLO 3.000 FIRME PER RENDERE FATTIBILE LA PETIZIONE, CERCHIAMO DI FARE UNO SFORZO PER UNA MASSICCIA DIFFUSIONE.

E’ stata lanciata una petizione per la divulgazione totale di tutti i Programmi Spaziali Segreti e per la distribuzione di tutta la tecnologia segreta da cui l’umanità trarrebbe beneficio.

Le forze di Luce hanno richiesto che quante più persone possibili firmino questa petizione al più presto, e che la rendano virale attraverso i propri network:

https://www.change.org/p/vladimir-putin-disclose-all-the-secret-space-programs-and-release-all-the-hidden-technology?recruiter=477550842&utm_source=share_for_starters&utm_medium=copyLin#petition-letter

Expose
Se preferite, potete firmare questa petizione in forma anonima. Se raggiungeremo almeno 25.000 firme, proverò, attraverso i miei contatti, a far arrivare la petizione sul tavolo di Putin.

Victory of the Light!

Fonte: http://groundcrewitalia.blogspot.it

Aggiornamento Facebook di David Wilcock.   Leave a comment

David Wilcock:
Tutte le nostre migliori fonti stanno dicendo in modo indipendente che la divulgazione stia veramente per verificarsi. I gruppi dell’Alleanza hanno raggiunto un consenso. La domanda ora riguarda quanto ci diranno. La fazione del Pentagono sta spingendo per una divulgazione completa, la Cina per un rilascio più limitato.

C’è molto di più da dire. La battaglia è vigorosa e l’abbattimento del l’aereo di linea russo è sicuramente correlato. Sto lavorando ad un nuovo articolo su tutto questo al momento. Ho avuto solo un poco più di due settimane di riposo da un periodo di lavoro molto intenso, tra il lavoro sul libro in Canada e 28 nuovi episodi in due settimane per Gaiam. Avevo bisogno di rilassarmi.

Io probabilmente aspetterò per rilasciare questo pezzo fino a quando non sentirò notizie più specifiche da Corey. E’ una delle fonti che si preparano a parlare di queste stesse cose. Lui sta attraversando l’inferno in questo momento e spero andrà meglio presto.
https://m.facebook.com/BlueAvians/posts/1516629978634793

Fonte: ascensionwithearth

Tratto da: Ununiverso

– – – –

Per sostenere Corey Goode in questi momenti cosi’ critici per lui e la sua famiglia si puo’ fare una donazione andando sul suo blog SphereBeingAlliance e cliccando sul bottone giallo “Donate”.

r.i.

 

Divulgazione Cosmica: Stagione 1 Ep. 4 – La Vita su un Astronave di Ricerca.   Leave a comment

thumbCosmic Disclosure: Life On The Research Vessel
Season 1, Episode 4

Don’t forget to subscribe to Gaiam TV so you can watch Corey on this, and other episodes of “Cosmic Disclosure”.

DW : Alright, welcome to the show. I am your host, David Wilcock, and we have a truly remarkable man here we are speaking to, Corey Goode, who has come forward as an insider, telling us about this remarkable new world of what has been called the Secret Space Program. Corey, the scope of this program might be hard for some people to accept. Granted we went to the moon in 1969. Some people would say, we allegedly went to the moon. But it certainly appears we did, at least do some real thing on the moon, and then we never went back. They put the flag in there. They ran a few missions and oh, we’re done. We saw what we need to see. So, I think if you’re going to think about people settling outside Earth at all, most people, if they could even imagine that, would say, well, it’s probably not that much. What’s the real scope of what we’re dealing with? When the truth comes out, what are we going to learn?

CG: Well, it’s going to be overwhelming. To learn that there is a vast infrastructure throughout the entire Solar System with everything from mining operations in the asteroid belt, and on moons and planets to procure raw materials to industrial complexes that produce technologies and colonies of humans beings that work in those industrial complexes, and support this large industrial machine that is throughout our Solar System.

DW: We couldn’t build a base inside a gas planet right? Because it gets too hot, and there’s too much air pressure?

CG: Yeah, too much pressure.

DW: So if we want to look for these colonies, where would we be looking?

CG: Colonies are basically what we call the area to where families and people live.

DW: Okay

CG: There are also all types of different types of facilities. There are facilities in type inside hollowed-out asteroids that they’ve mined. There are facilities spread out across Mars, underneath of course, underneath the surface of Mars, and various moons of gas giants, and even our own moon.

DW: Could you try to give us an estimate of how many different facilities or different places that have been built there are, let’s say, in our Solar System?

CG: In our Solar System, everything from small security outposts that man 18 to 40 people on Mars alone, to facilities that float around in different Lagrange points throughout the Solar System.

DW: Could you tell us what a Lagrange point is?

CG: They’re areas between planets or bodies that have an uninterrupted gravitational, or an equal gravitational pull from all areas to where they can have a kind of geosynchronous, or stationary point to stay. And I really don’t have a firm number. There are hundreds of facilities out there.

DW: What would be some of the larger of facilities in term of the staff, the amount of crew they would have?

CG: Well, we talk about colonies, we’re talking about some of the larger ones that have upwards of a million people.

DW: Really?

CG: Yeah.

DW: How many do you think there would be of that kind of size of population?

CG: I don’t think there’s a lot of that have that large of populations, but quite a few that have into the hundreds of thousands.

DW: Does it get colder and harder to live in a place as you get farther away from the sun?

CG: That’s where advanced technology comes in.

DW: Okay.

CG: We can produce the living conditions that are comfortable to us anywhere. And, even the Schumann resonance that occurs here on Earth. The Earth puts off a certain vibratory resonance that keeps plants and humans healthy, that Schumann Resonance is piped into spacecraft and facilities, colonies, to help keep the people healthy. And the barometric pressure, the gravity is controlled.

DW: I was just going to ask about the gravity. Obviously, the Earth has a certain mass, and the gravitational acceleration, 10 meters per second squared, is proportional to the Earth’s mass. So, with the moons, it’s believed by NASA – they talk about this – that you would bounce around.

So, how do they compensate for that if it’s smaller?

CG: Well, they have gravity plating just like they do in the vessels, interlocking plating that are in the floors, that have electricity applied to it that creates a electro-gravitational field, that creates artificial gravity.

DW: What are the sizes of the plates? Do they vary?

CG: Well, the plates vary in sizes, because you have different size hallways. But there are plates about this (2-3 inches) thick that interlock like children’s building-block toys that interlock or dovetail together.

DW: So, can you just give us a little more information about what would be the major categories? You said one type of a category of a place that would be built, an installation, would be a place where people live. Is that strictly utilitarian like just a whole bunch of rooms where they bunk, or do they have a nice, big atrium with a waterfall? Do they have big common meeting areas of auditoriums?

CG: Usually, when I was on the research vessel, we didn’t normally get to visit them. These were owned by the ICC (Interplanetary Corporate Conglomerate). They were a corporate-owned colonies. If they did not access to one of their own people to fix a critical piece of machinery or technology that was damaged, there was usually a specialist aboard our research vessel that has that expertise. And then, on those special occasions, we were allowed to go to the colonies under strict orders to not talk or interact with any of the people at the facilities or the colonies. We were under armed guard. We were not offered tours, not offered a meal. We were escorted straight to the location to where we were to do maintenance and then, escorted straight back to our vessel to leave.

DW: Could you come to Earth whenever you wanted while you were doing this work?

CG: No. When you were doing your “20 and away”, you were totally cut-off from Earth, Earth news, everything Earth-related. We didn’t get any news any television, any information about what was going on Earth.

DW: Were you allowed to bring books and magazines with you to read?

CG: No. We didn’t even have a photo of our family or anything like that. All you had is what was given to you when you reported.

DW: You talked before about these smart-glass pads. Did you get access to those when you were on this research vessel?

CG: When you were on duty, yes.

DW: Okay. Did they know what you did? Was there a surveillance record of whatever you tried to look up with them?

CG: I’m sure there was. On the research vessel, it was a lot more laid back than I hear thing are on the military vessels. They always call the scientists “eggheads”. They were perfectly fine. A lot of time, I got to spend a lot time looking at the smart-glass pads. There was a lot of down time for me. Everybody had redundancy training. You didn’t just have one job. I was trained in doing communications and a few other things. But a lot of the time, I would be in one of the labs, when some of the other work was done, and I would just have hours to spend, looking at the glass-pads.

DW: So, let’s talk about recreation for a minute. People, are they more apt to hangout and talk to each other, or are they more apt to fuss around with the glass-pads and be alone and just try to read more interesting things.

CG: You would mainly only have access to the glass-pads when you were on duty.

DW: Oh, when you were on duty.

CG: Right, when you had off time, or you were in the galley or whatever you were going to communicate with other people and hear the scuttlebutt of what is going on.

DW: Did you have certain people that were, like, your close friends?

CG:I was mainly in tight with some of the “eggheads” or scientist because I spent a lot of time with them. And I was assigned to one bunk area that (to which) usually 18 to 24 people were assigned. And I get to know some people but people rotated in and out a lot.

DW: There was a lot of turnover?

CG: UmHm (yes)

DW: What was the kind of thing that you would talk about with these people? I mean, it’s hard for most of us watching the show to imagine what it would be like to live in this world. Does it become ordinary after a while? Does it become boring after a while?

CG: Yeah, it was very boring. We would talk about work. We would talk about what was possibly going-on back on Earth sometimes, speculate about what other people were studying when we were assigned to study certain things, just your normal kind of chit-chat.

DW: How often did you visit various facilities when you were on this research vessel? You said you were on there for 6 years before.

CG: Like I said. It was a rare occasion. There were three different times that we visited actual colonies, and we visited the industrial complexes several times to do repairs.

DW: That would be more like factory-type facility

CG: Like a factory. And there was one occasion that we actually went to a mining operation that was in the asteroid belt.

DW: What would that look like?

CG: It was really just a three-man operation inside of an asteroid. They were operating mainly robotic and remote-controlled apparatuses.

DW: Only three staff we need to run it?

CG: Three people that would rotate.

DW: What was the size of the actual construction itself? How big was this area that was built?

CG: Well, this was an extremely large asteroid and it grew larger and larger as they were mining it.

DW: How could it grow larger? I don’t understand.

CG: The inside space.

DW: The size of the hole.

CG: The size of the inside space of the hole was growing larger and larger and larger. You could see, (that) they started-off digging, and they were making more and more progress into this one large asteroid.

DW: So, if you only visited, you said, three colonies and then other industrial facilities but you were out there for six years, that doesn’t sound like the main thing you were doing.

CG: No, it wasn’t super exciting. A lot of what we did is we were studying, I guess you would call them exo-extremophiles. I guess modern biology and science are going to have to redefine what life is. Based on what I saw, the life I saw, being studied, there was plasma life, other types of energetic-type of life, that were basically like giant amoebas that were feeding off of the electromagnetic field of Jupiter. They tried to get specimens of those. They were so large, they would get small specimens that would basically die or somewhat putrefy. They weren’t able to…

DW: What was it about them that made the space program decide they were actually alive?

CG: Well. They were not just alive, they showed signs of being sentient.

DW: Really?

CG: Yeah. They were self-aware. They had preservation-of-life characteristics. There were a lot of things they did, testing on them, that I guess wouldn’t be extremely ethical to figure out…

DW: Well, I think your typical conventional view of biological life as it has to eat, it has to excrete, it has to have locomotion, it has to have respiration …

CG: Neurology

DW: Right. You’re going to have cells, you’re going to have biological material ..

CG: Yeah. It’s carbon-base life.

DW: So this life doesn’t have cellular structure. It is not like the plasma is interconnected by cells.

CG: No. But they behaved like single-cell organisms in the way they reproduced.

DW: They actually reproduce?

CG: Yeah. What is it, Mitosis, where they split?

DW: Right.

CG: And there were also some ocean life under one of the moons of Jupiter under ice that was studied…

DW: Like Europa?

CG: Yeah, that were somewhat like whales or dolphins.

DW: Really?

CG: Yeah. So there’s quite a bit out there that the scientific people are studying.

DW: How common would biological life be in our Solar System? Where do you find it?

CG: It’s pretty much everywhere if you include on the microscopic level. It’s pretty much everywhere. You can even find it free floating in space freeze-dried.

DW: Right. When we get beyond microbial life, do you actually find little guys that can walk around on these moons, like out around the moons of Jupiter? I know you said Europa, which is a watery moon, but what about a dry moon? Would there be a life that could live inside the surface of a dry moon?

CG: There is some life on Mars. There is some small animal life that mainly is burrowing, that digs. There’s plant life on Mars that’s very… what would you call something that grow in a desert… very robust. There was this one bush that was purple and red, that has huge thorns on it. And it was kind of squatty bush, and it had pointy leaves that were like thorns at the tip that were striped purple and red.

DW: How would you go out to see those bushes? Would you wear a suit of some kind?

CG: Yeah. There was a lightweight suite, not a heavy pressure suit.

DW: Did it have like a glass helmet kind of thing?

CG: Yeah. And a respirator.

DW: So, let’s go back to the vessel for a minute. How many people did you bunk with on the vessel?

CG: It ebbed and flowed. There were up to 24 people that could stay in the area that I was assigned. It was anywhere from 18 and 24. It would change.

Continua su SphereBeingAlliance

Divulgazione Cosmica – Stagione 1 Ep. 2 – First Encounter.   Leave a comment

Trascrizione del secondo episodio della serie Cosmic Disclosure, con David Wilcock e Corey Goode che ha lavorato 20 anni al programma spaziale segreto, l’episodio puo’ anche essere visto in video su GaiamTV con i sottotitoli in Inglese e varie altre lingue (purtroppo non c’e’ l’Italiano), i primi due episodi sono liberamente visionabili, per la visione dei successivi e richiesto l’abbonamento a GaiamTV (primo mese 99 cent i successivi 9 dollari), abbonandosi si puo’ donare una piccola parte a Corey, che per farsi avanti e rivelare tutto ha perso il lavoro che aveva e ora non ha mezzi di sussistenza per se e la sua famiglia, chiunque lo voglia sostenere puo’ abbonarsi direttamente seguendo il link sul suo blog o fargli una donazione a mezzo paypal, accessibile dal bottone “donate” sul suo blog Sphere Being Alliance.

.

thumbCosmic Disclosure: First Encounter

Season 1, Episode 2

DW : Well Corey, this has been such a wild adventure. You started talking to me, basically, every day I think, when was it, maybe last October, 2014?

CG : It was around October, yes.

DW : Something like that. And when we first started talking about this you were just another insider coming forward. And then you eventually decide to release your name, because some people were figuring it out through investigation. And you got pulled into this alliance, which up until then, you really didn’t have a whole lot of contact with it. Right? It was a new thing that happened after we started to.. after your name came out, you started to release more information.

CG : Right. My name was brought to this alliance and by this new group of Blue Avians. They mentioned me by name, that they wanted me to be a liaison between them and other groups. So I was, sort of, thrust into it.

DW : Had these Blue Avians ever spoken to the space program people before ?

CG : Yes, they were in contact with a person that I call by another name that’s similar to his, Lieutenant Colonel Gonzalez.

DW : So Gonzalez, had you met him before this new sequence of events happened where your name was requested personally?

CG : No.

DW : Oh, okay.

CG : He was a new introduction to me. He had been in contact with the Blue Avians about the same amount of time I had been.

DW : Which was how long?

CG : Right a little over four years.

DW : Okay.

CG : He was in contact with them. He brought my name to the rest of the secret space program alliace.

DW : They told him your name?

CG : They told…

DW : And they asked him to tell the alliance that they requested you by name?

CG : Yes. And…

DW : So you hadn’t been up there in a long time, right?

CG : Right. I hadn’t been a part of that world in a while. And they investigated me. They looked into my background, and a lot of my service record had been redacted. And there were some things that concerned them. They really wanted one of their own guys to be a delegate or liaison between this new group.

DW : How is it even possible that a black ops group could redact information out of somebody’s security dossier.

CG : These are hard coded. It’s not supposed to be possible.

DW : So that must have freaked them out.

CG : Yeah, it’s not supposed to be possible. These are hard coded.

DW : And I would imagine within their own system there’s all kinds of rules and laws and precautions about who gets to be brought up there. And if you’ve been out of the loop for that long, they’re not going to be too happy about bringing you up there, I would think.

CG : Right, and I was not someone that they had full confidence in that would toe the line and follow their every order. They wanted someone that they had full control over.

DW : Wow, so this name just gets dropped on them. And how did you find out that you were requested? Did you get contacted by Gonzalez, or did somebody else contact you?

CG : I was contacted by Gonzalez. I ended up getting picked up in one of the craft, one of the shuttle craft.

DW : Right.

CG : And I was informed that I had been selected by the Blue Avians, and I had been informed by the Blue Avians that this was going to occur. And…

DW : And how would that take place? What is the typical Blue Avian contact like?

CG : They will either appear in my house,  or they have the little spheres come and bring me. Little orbs..

DW : You said they’re eight feet tall, so how do they fit into your house?

CG : I have a high vaulted ceiling house. They have plenty of room to fit into my house. They’ve appeared in my house.

DW : Do they appear to have gravity weight? Do they bend the floor or something?

CG : No, they don’t bend the floor.

DW : Do they float, or do they appear to be standing on the floor?

CG : No, they’re standing there just like a normal person would be standing there.

DW : And it looks totally solid and real? It doesn’t look like a ghost?

CG : Right.

DW : Wow.

CG : Yeah, they look like you could walk up and touch them.

DW : How did if feel the first time this happened? Were you shocked?

CG : Well, I mean I had been in contact with them for awhile, but it was more of a personal nature.

DW : Right, you said four years.

CG : For four years.

DW : So they had been doing this off and on for four years, just appearing in your house?

CG : Right, it wasn’t a very regular contact.

DW : So Gonzalez gives you the message that they’re going to bring you up there, and you said that a shuttle craft came. Could you briefly describe what the shuttle craft is? How does that happen?

CG : Yes, there’s a small shuttle that fits five people, two crew in the front, and then three seats in the back. It’s a triangular shape and goes up into somewhat of a pyramid kind of shape. And the side opens up. You get in. When it would float in the backyard, I’d go into the backyard to get in. When you’d step in, it would dip down and move a little bit.

DW : And so it doesn’t have landing gear?

CG : No. But it would, there were –

DW : What was the color?

CG : It was the black grayish color that you would see that you associate with the stealth bombers that a lot of people are familiar with. Within a matter of a few minutes, it would zip up to the LOC.

DW : And the LOC again is?

CG : The Lunar Operation Command.

DW : Had you experienced this before?

CG : Not with this. This particular shuttle was new to me. This was… there were some newer technology that I was seeing from when I was in prior.

DW : So take us through what happens next. Did you have windows you could see you flight through, or was it all blocked out once you got inside?

CG : Well, at times they could make the panels go transparent where you could see out, but usually it was such a short trip there was no need for you to see out.

DW : How long did it take you to get to the moon?

CG : Three to four minutes.

DW : Wow, so let’s take it from there. What happens? You’ve been invited to be this delegate for Blue Avians. You get brought up to the moon in this shuttle craft. What was going through your mind? What happens next?

CG : Well, I didn’t – I really didn’t know what to expect. I was never really given, you know, a lot of intel beforehand. I got dressed real quick. I grabbed the quickest cap I could find off of the rack, which happened to be a hat I got when I went to Houston with my family.

DW : This is now while you’re still in the house before you got picked up?

CG : Yes.

DW : So you got dressed.

CG : And it was when we toured NASA down in Houston, Texas. I had a NASA shirt, a NASA hat we bought as tourists. And I put on the NASA hat. And the night before – I didn’t even think about it – my daughter is wanting to paint faces. She likes to paint faces. And she wanted to paint my face, and I knew I had that meeting the next morning up at the LOC. So I was like “No, I’m not going to do that.”. So she was just like “well, can I paint your hand?” And so I said “Okay”. So she painted a green dinosaur, Tyrannosaurus Rex on my hand, eleven year old. So I didn’t wash it off, and it stayed on all night. And it was pretty dried. And that was still on my hand. I was not looking all dapper and sharp for this first encounter. As I was getting off the craft, there were other craft. And in this particular time, when I got on the craft, there was another person on the craft that was wide eyed. It was a lady, and she looked like she had just gotten out of bed.
And she was like, isn’t this exciting? Isn’t this wonderful? And she was just ecstatic. And it was just her and myself in the three-seater in the back when we went up. And then we just –

DW : Are there two pilots in the front? Is that two –

CG : Yeah.

DW : So two people have to run it.

CG : Right. Two people were in the front. And then the three – usually three open seats in the back. And usually it’s just me getting in. This one time I was surprised when it opened to see someone else in there. And when we land in the hangar, we disembark. And there are a lot of other people disembarking for this conference that were just kind of average Joe’s. And they were all starting to file into a line to go into one area of the VIP area of the Lunar Operation Command. And I was met by Gonzalez who walked me past them to – there was a conference room right next to that. And he walked me right into the very front of the very crowded room and told me to stand. He said, stand right here. And it was almost in the very front of the conference room. So I stood there. I put my thumbs in the front of my jeans feeling very weird, because I could feel all the eyes on me. So then I looked up and started to look around, and I saw all these people in these swivel chairs in a cathedral – like conference room that went very high up. The room could hold around 300 people. And there were people from all over the world. There were people in – politicians in India up there with the cut of the collar.

DW : Leather jacket?

CG : I guess. And people that looked like they were from that area of the world. There were people in different military type uniforms, different type of Air Force type jumper suits, and just a wide variety of people. And some of them looked like they knew each other. They were clicked off, talking to each other, or murmuring to each other. And I was standing up at the front trying to be inconspicuous as I could being at the very front. I have no idea what I’m doing, why I’m there. And I catch the attention of some of the people in the front. And being gruff military people, they start asking, you know, who the heck are you? I’m cleaning up the language. Who the heck are you? What are you doing here? I said, I was just told to stand here. And one of them said, why are you wearing that ridiculous cover? Referring to the hat I was wearing. They said, take that off. I cleaned it up again. I took my hat off, and just flipped it and spun it onto the floor. Another one asked, why do you have a painting of a reptilian on your hand? And I looked at that, and I tried to wipe it off. But it was too dried. It smeared a little. And I was really starting to get nervous at that point. I had no idea what was going to happen.

DW : You just up there being heckled.

CG : I was starting to get heckled, yeah.

DW : You were alone on stage?

CG : I was alone on stage. No prep. I was just walked there, told to stand there. And then all of a sudden everybody got quiet and just filed to their seats and started looking behind me.
And I didn’t see a flash, anything strange, but I’d look behind me. And there was standing one of the Blue Avians that I’ve come to known as Raw-Tear-Eir. And I know one of the other sphere beings that I had never seen before that we’ve come to now call the golden triangle head just because we’ve not been given a name or anything. They’re not real big on names of but…

DW : There’s a golden triangle on the top of their body?

CG : It’s head was a golden upside down triangle, huge head with huge eyes that were blue. And his shoulders were very thin about the same width as this head. He was about 10 feet tall, couple feet taller than the Blue Avian. And his arms were extremely long and thin. And his legs were too. No clothing. No sex organs or anything like that. And the skin was brown with a golden sheen, and had three fingers, and it was standing on three toes that were supporting it like this, almost like tripods. And it was there, didn’t communicate, nothing. It just stood here. And it just seemed very like it didn’t have any bones in its body. Just very weird apparition looking. And then Tear-Eir began to communicate to me telepathically with his hand raised… doing good… the communication.

DW : Where you looking at him, or were you looking at the audience?

CG : I was looking at him. I mean, that got my attention, just like it got the attention of the audience.

DW : Had they seen anything like this before?

CG : No one except for Gonzalez and a very few had seen the Blue Avian. So this was their first encouter with a Blue Avian.  And all of them were there knowing that they were going to have – this was going to be. Everyone else knew why they were there. I was the only one that really didn’t know what was going on. And that’s how , for some reason, that’s how they work. They throw me into situations with me not knowing what’s going on a lot of the time. It’s odd, but I’ve learned to roll with it.

DW : Well, I guess nobody’s heckling you once they showed up.

CG : No. And then at that point, I then was told by Tear-Eir to turn, and introduce, and repeat everything that he said word for word, to make sure I repeated everything word for word, and not to change anything. Everything had to be exactly word for word. So I turned to the audience, and I know I don’t remember exactly what all he had me say in the opening. But then he opened it up for questions. And there were a number of questions. A lot of them were technical. They were things that I didn’t understand what they were asking. Tear-Eir did. And I didn’t understand what I was saying back to them. But there were some interesting questions that I remembered, and when I got home I immediately wrote it down so I’d remember. And I’ve got a list of those if –

DW : Yeah, let’s. If you have something to read, we’d love to hear it.

CG : There was one person that was in uniform, and he asked if the avians were the rumored Ra from the Law of One, which was interesting that they would ask that. And the only response Tear-Eir had me give back was “I am Raw-Tear-Eir.” That was the only answer.

DW : Well as you know, in the Law of One, every answer to every question starts with I am Ra. So that’s pretty obvious.

CG : And so that’s – the person looked a little disappointed with the answer, but it was on to the next one. One of the people that looked like they were more from Earth, that looked very important, very dignified asked why they needed so many spheres, why were there 100 spheres in the solar system, and why do these beings need these larger ships? And Raw-Tear-Eir, or I just call him Tear-Eir, had me reply in this manner. “We require no conveyance. There are far more than 100 spheres that are spaced out equidistantly throughout the solar system. They are what you would best describe as devices and are in place to buffer the tsunami of storms of high charged vibrational energies entering your solar system, so they do not affect your star, planets, and native life in a adverse way as your system enters into this part of the galaxy.”

DW : Wow.

CG : Another person asked, “If you are not living in the spheres, where are you going when you dematerialize?” And his answer was, “Many of us adjust back to our reality while others remain in what you refer to as a cloaked status and observe activities on Earth, and your other colonies, and facilities undetected by those around them.” So they’re out of phase or cloaked. And the others go back to their reality. They’re not hanging out in these spheres. Another person asked, “Why there was an intervention recently after there was a defection of other secret space program groups with actionable intelligence that could have made a major difference and helped them win major victories?” The response to this was info that the various SSP groups understood, but I didn’t at that time. Since, I found out what this was regarding. And his response was, “Since the defections there have been changes in the tactics that have were unsettling. The extremely destructive incidents on Mars and Earth that caused the large loss of life of innocence was a disturbing sign that these new tactics were taking the alliance in a direction where collateral damage of this magnitude was considered acceptable.”

Continua sul blog SphereBeingAlliance.

 

Divulgazione Cosmica – Stagione 1 Episodio 1 – All’interno del programma spaziale segreto con Corey Goode e David Wilcock. (Trascrizione Italiano)   Leave a comment

cosmd1

Trascrizione del primo video episodio della serie Cosmic Disclosure, David Wilcock intervista Corey Goode.

DW : Intervisteremo un uomo veramente eccezionale, Corey Goode, 45 anni, originario del Texas. E vivi ancora in Texas, a dire il vero. E ciò che ha fatto, è di farsi avanti come insider, e condividere con me maggiori informazioni a proposito di quanto succede realmente dietro le quinte dei cosiddetti programmi segreti del governo e dei militari, e il loro sviluppo e l’industrializzazione del nostro sistema solare. Si tratta di una storia veramente notevole, in quanto io, negli anni, ho intervistato dozzine di insider, con autorizzazioni a volte 35 volte più alte del Presidente degli Stati Uniti. Non ho divulgato al pubblico il 90% circa di queste informazioni. Poiché A, ci sono persone che possono lasciarci la pelle; B, non volevo rivelare delle cose che mi avrebbero impedito di capire chi fossero i veri insider. Corey si è fatto avanti e non solo conosceva quel 90%, ma aveva molti pezzi che mancavano al mio puzzle, e che io stavo cercando. Sapevo che c’era qualcosa che la gente mi nascondeva. E il tutto si è completato. Allora Corey, benvenuto allo show. Grazie di essere venuto.

CG : Grazie.

DW : Capisco che quanto ci stai per dire è talmente fuori dagli schemi che la gente farà molta fatica ad accettarlo, specialmente se non hanno nessuna conoscenza di questo argomento. Quindi, invece di cercare di prenderli per mano e andarci piano, immergiamoci subito nel bel mezzo. E se tu ci potessi fare una veloce panoramica sul significato che l’essere coinvolto in tutta questa tematica dei programmi spaziali ha avuto nella tua vita.

CG : Ok. Per me è cominciato all’età di sei anni, quando sono stato condotto in quelli che sono conosciuti come programmi MILAB, alcuni lo pronunciano /mailab/.Fui individuato come empatico intuitivo.

DW : Che cosa significa esattamente ?

CG : Intuitivo, quando si dispone di una intuizione profonda su cose che potrebbero accadere.

DW : Tipo la chiaroveggenza?

CG : Sì, capacità pre-cognitive. E empatico, significa avere una forte connessione emotiva con chi ti sta intorno. Puoi sentire ciò che provano e connetterti emotivamente con loro. Questo insieme di capacità era richiesto. E fui addestrato, e si rafforzò. Crebbe a tal punto che quando ebbi circa 12 o 13 anni, io e qualche altro che veniva addestrato con me, fummo messi in un programma in cui fungevamo da cosiddetti supporti EI per la delegazione della Terra in una super federazione. E questa era una federazione composta da una gran quantità di federazioni ET che si incontravano per discutere del grande esperimento.

DW : Che cos’era questo esperimento? Cosa facevano questi ET?

CG : C’era un gruppo di 40 ET di aspetto umano, e altre volte ne erano presenti fino a 60. C’erano in corso 22 programmi genetici.

DW : Che cosa vuol dire ? Che cos’è un programma genetico ?

CG : Programmi in cui loro mischiavano la loro genetica e manipolavano la nostra genetica.

DW : Che erano in corso?

CG : Sì, è ancora in corso adesso. E il tutto verteva su quello. E i delegati della terra avevano cercato di entrare a farne parte per lungo tempo. E finalmente avevano ottenuto un seggio. E come empatici intuitivi, quando sedevamo lì, non sapevamo cosa stesse succedendo. Perché un sacco di quel che accadeva era in questa antica lingua ET, che era molto monotona e che non capivamo. E parte di quanto accadeva avveniva telepaticamente. Quindi noi stavamo semplicemente lì seduti, e ci veniva dato un dispositivo, che era uno smart pad di vetro – che è tipo un iPad – che aveva accesso, fondamentalmente, al database ET. E ci veniva detto di tenere la mente occupata navigando in tutto questo materiale, e questo ci aiutava anche a rilevare un pericolo o un inganno con le nostre capacità di empatici intuitivi.

DW : Che tipo di cose eravate in grado di guardare in questi pad ?

CG : Era – soprattutto volevano che guardassimo le informazioni su questi 22 esperimenti genetici che erano in corso, ma avevamo accesso a ogni genere di altre informazioni. E a seconda – ognuno di noi aveva i propri interessi – guardavamo ogni specie di informazione. E ho guardato talmente tante informazioni, che è quasi come ricordarsi dei tempi passati al college, tutti i libri che hai letto e tutte le informazioni che hai guardato. Quante ne riesci a ritenere? Cioè, in questo modo? Le informazioni erano talmente tante.

DW : Hai mai posto una domanda a cui non hai potuto avere risposta, dove diceva semplicemente non lo so?

CG : No. Voglio dire, di regola ti usciva l’informazione che era disponibile. Succedeva di imbattersi in certe cose di cui la delegazione umana, e tutto quanto – di cui il nostro gruppo non era al corrente. Ma in pratica avevamo accesso a tutte le informazioni.

DW : Com’era lo schermo? Era simile ad un iPad o?

CG : No, era come – sembrava quasi un pezzo di Plexiglas. Insignificante, da vedere. Se lo gettassero dalla finestra , e tu lo trovassi in un prato, lo raccoglieresti , e penseresti che non è niente di speciale. Lo prendevi in mano, e dovevi attivarlo tramite una componente mentale. E si accendeva nella tua lingua. Le informazioni, si accedeva al database attraverso la mente, e ti mostrava ciò che volevi. Ti mostrava testo, immagini, video, e il video e le immagini erano olografiche in modo tale che uscivano un po’ dallo schermo. Cioè, non uscivano dallo schermo completamente nei modi olografici che alcuni s’immaginano. Ma aveva giusto una profondità di visione olografica a 3 dimensioni.

DW : E a quel punto, potevi ancora vedere la tua mano sotto il vetro?

CG : No.

DW : Quindi prima si oscurava?

CG : Giusto. Sì, diventava tutto opaco, o nero, o qualsiasi altra cosa, prima di cominciare a produrre immagini o testo.

DW : Avevano dei buffer o dei firewall di sicurezza – se facevi certe domande, ti dice che non è autorizzato o qualcosa di simile?

CG : Beh, come ho detto, molto, molto di rado usciva una schermata tutta blu o qualcosa che ti indicava che non era possibile arrivarci. Ma in generale si poteva guardare tutto, e avevamo gli stessi dispositivi sul vascello di ricerca, che ci permettevano di accedere ai nostri database.

DW : Quindi questa è una tecnologia diffusa, una volta arrivati nel programma spaziale.

CG : Sì, e hanno schermi molto più grandi che usano per le conferenze e le dimostrazioni.

DW : Beh, ovviamente hai trovato tantissime informazioni su questi pad. C’è stata qualche informazione che ti è saltata agli occhi e ti è sembrata davvero significativa, e ti ha scioccato, malgrado tutto quanto avevi già imparato fino a quel punto ?

CG : Era davvero interessante che ci fossero – l’informazione era presentata quasi come se – tornando all’analogia del college – ci fossero 22 tesine in concorrenza tra loro, e ognuno di questi programmi di esperimenti genetici presentavano le loro informazioni in quel modo. In qualche maniera erano in competizione l’uno con l’altro. Non tutti lavoravano – non erano tutti lì a braccetto a lavorare insieme.

DW : Questo aveva a che fare con gli extraterrestri di aspetto umano…

CG : Sì.

DW : …che univano il loro DNA con il nostro, questo genere di cose?

CG : Sì, e manipolavano il nostro DNA. C’era anche una componente spirituale. Sono molto coinvolti in una parte dell’esperimento. Non si tratta solo di loro che sperimentano su di noi. Anche loro fanno parte di questo grande esperimento.

DW : Avevano uno scopo? Perché fanno questo? Perché gli interessa?

CG : Questo non lo so. Non so se lo facciano solo perché sono in grado di farlo, se stiano cercando di creare una sorta di essere superiore. Ma molto non – perché dovrebbero cercare di mescolare assieme tutto il meglio della loro genetica, e poi manipolare noi e la nostra civiltà per sottometterci?

DW : Da quanto tempo pensi che questo programma sia in atto?

CG : I 22 programmi differenti sono in corso da periodi di diversa lunghezza. Ma la manipolazione genetica di ciò che siamo, è cominciata almeno 250.000 anni fa.

DW : Wow.

CG : Ma questi programmi variano di durata dai 5.000, andando – hanno tutti una durata diversa.

DW : Questo non ha l’aria di qualcosa che il governo segreto della Terra o il governo eletto vorrebbe che questa gente facesse. Potremmo fermarli?

CG : Non penso. Voglio dire, siamo appena riusciti ad elemosinare un posto al loro tavolo, per poter prender parte alla discussione.

DW : Quindi questi extraterrestri sarebbero orientati sul negativo, o più sul neutrale, non sarebbero del tipo proprio benevolo?

CG : Dipende dal tuo punto di vista. È tutta una [questione] di – è la prospettiva. È difficile dire, questo gruppo è positivo, questo gruppo è negativo, fra tutti quei gruppi, poiché loro vedono quello che stanno facendo come una cosa positiva.

DW : Nel tuo sito web hai menzionato qualcosa di nome LOC. Potresti dirci di cosa si tratta?

CG : Il Lunar Operation Command [Comando Operativo Lunare] è una struttura che si trova sul lato non visibile della luna, ed è una specie di struttura diplomatica neutrale a cui hanno accesso tutti i diversi programmi spaziali, e che viene da loro utilizzata. Ci sono alcune persone che vi stazionano e vi lavorano, ma è più che altro una stazione intermedia. La gente va e viene continuamente, per andare più lontano nel sistema solare e oltre, per andare su altre stazioni, altre basi, per raggiungere i vascelli a cui sono stati assegnati.

DW : Raccontaci cos’è realmente accaduto, come, partendo da casa tua, a un certo punto sei finito su un vascello di ricerca là fuori, nel nostro sistema solare, solo una breve panoramica di come’è andata.

CG : Mi trasportarono, nel mezzo della notte, con mezzi convenzionali, da casa mia alla Carswell Air force Base [Base dell’Aeronautica Militare di Carswell]. Sotto la Carswell Air Force Base, in una zona segreta della base, c’è un ascensore che ti porta molto in basso. E tante persone conoscono il sistema di tram che passa sotto gli Stati Uniti.

DW : Ho sentito degli insider che lo chiamavano sub-shuttle [navetta sub].

CG : Sì, è un sistema di navette. È come una mono-rotaia che passa attraverso un tubo, ed è come un Maglev, pure in un tubo sottovuoto. Da lì mi trasportarono in un altro luogo, da dove mi trasportarono al LOC tramite quello che alcuni chiamano un tipo di tecnologia “Stargate” [Portale Stellare]- o tecnologia del portale. Così raggiunsi il LOC, o Comando Operativo Lunare. E poi mi misero su una nave spaziale a forma di manta.

DW : Con una forma simile ad una razza?

CG : Sì, una nave che somigliava ad una razza o una manta. E con un mucchio di altre persone. E poi dalla luna fummo trasportati verso l’esterno del sistema solare.

[CONTINUA A QUESTO LINK]

 

DA NON PERDERE, la serie Cosmic Disclosure, con Corey Goode e David Wilcock.   Leave a comment

cosmic_disclosure

Guardate i primi QUATTRO video di Rivelazione Cosmica – in cui l’insider del programma spaziale segreto Corey Goode, intervistato da David Wilcock, ci racconta tutto in un innovativo esposé!

Questa è la storia che si è abbattuta sulla comunità UFO con la forza di una tempesta. Goode è di gran lunga il più significativo insider ben informato che si sia mai fatto avanti pubblicamente.

Ora potete guardarlo mentre risponde ad una gran varietà di domande in una serie di interviste veloci ed energetiche con David Wilcock – e decidere per conto vostro se ciò che racconta è vero.

Da non perdere!

CI ASPETTANO TEMPI EMOZIONANTI

Prima della valanga di rivelazioni di Snowden, molte persone pensavano ancora che il loro mondo di comunicazione elettronica virtuale fosse un luogo privato.

Le password erano sicure. La crittografia dei dati “Cloud” era effettiva. Nessuno vi stava spiando, leggeva i vostri messaggi di posta elettronica, vi guardava attraverso la videocamera, eccetera.

Ora è risaputo che esiste una vasta infrastruttura di sorveglianza. Qualsiasi cosa facciamo viene usata per estrarre e memorizzare dei dati.

the-dark-knight_kvka_1280

E per cosa? Per difendersi contro degli “Arabi Coi Taglierini” che vivono in “nidi di ragno” e saltano su e giù a gamba e braccia aperte a mo’ di giullari con gli AK-47?

Perché importa loro sapere ciò che dici alla persona amata? È giusto che un ragazzo eccitato della NSA vi ascolti mentre fate del sesso al telefono? Che faccia circolare in ufficio delle foto di voi nudi?

Di chi è la responsabilità? Come fate a sapere che la vostra ultima conversazione di “sexting” non sia diventata il pettegolezzo del giorno in qualche struttura segreta? Chi si chiama per lamentarsi?

Se quello che Corey Goode dice è vero — e si allinea splendidamente con quanto riportato da tutti i nostri migliori insider nel corso degli anni — allora questo è solo la punta del proverbiale iceberg.

I FILM DI FANTASCIENZA CONTENGONO PIÙ VERITÀ DI QUANTA NE RIUSCIAMO A VEDERE DA QUALUNQUE ALTRA PARTE

Il nostro complesso militare-industriale ha già colonizzato il nostro sistema solare – e non solo – con una tecnologia tanto avanzata come quella che si vede in qualsiasi film di fantascienza.

Anti gravità? Spuntare.
Energia gratuita? Spuntare.
Viaggio Stargate (attraverso portali interstellari)? Spuntare.
Viaggio nel tempo? Spuntare.
Materializzatori? Spuntare.
Medicina energetica? Spuntare.
Propulsione più veloce della luce? Spuntare.
Coadiuvanti per la PES (Percezione Extra Sensoriale) e la telecinesi? Spuntare.
“Ponti per creare ologrammi” di realtà virtuale iper-realistica? Spuntare.

L’UNICO LIMITE È LA NOSTRA IMMAGINAZIONE

Questa lista potrebbe andare avanti ancora e ancora. La nostra tecnologia è già progredita a tal punto che l’unico limite è la nostra immaginazione.

E ben presto, le pareti di segretezza crolleranno — e riusciremo ad accedere a tutta questa conoscenza e potere.

Le crisi che affliggono il nostro mondo e lo tengono in una morsa, apparentemente impossibili da risolvere, possono tutte essere risolte — in modo molto più facile e bello di quanto la maggior parte di noi potrebbe mai immaginare.

La speranza non è irrazionale. La speranza è una prospettiva informata – il frutto di coloro che hanno “fatto il loro dovere” e comprendono la natura dell’universo.

TUTTO CIÒ FA PARTE DI UN CAMBIAMENTO MOLTO PIÙ GRANDE

Questi progressi tecnologici sono solo un aspetto di un cambiamento energetico più grande che sta accadendo a tutti noi — e che sta causando un rapido salto evolutivo.

Questa non è una congettura stupida, anche se molti sono fin troppo disposti a saltare a tale conclusione senza studiare i dati.

È supportata da una grande quantità di prove scientifiche. Il caso è così straordinariamente interconnesso che non è più possibile negarlo.

Scrivere qualche parola di odio e fare i pignoli su un piccolo punto, o un unico articolo, deve essere ovviamente molto soddisfacente per alcune persone, se no non lo farebbero.

Ben presto, la verità sarà evidente. Gli scettici saranno piuttosto imbarazzati e umiliati in un primo momento, ma presto diranno che l’ “avevano sempre saputo.”

Il nostro contributo a questo vasto mosaico include The Source Field Investigations, The Synchronicity Key e più di 130 episodi del programma video Wisdom Teachings .

Ed ora, i primi quattro di una serie di almeno 52 video con l’ “insider degli insider” Corey Goode, sono stati diffusi – come Rivelazione Cosmica.

GLI SCETTICI DICONO CHE “IL GOVERNO NON SA MANTENERE UN SEGRETO” — SÌ, APPUNTO

Se le rivelazioni di Snowden non vi hanno ancora convinto che “il governo” è assolutamente in grado di mantenere un segreto, allora prendete in considerazione il Progetto Manhattan.

Questo è stato il programma iper-classificato [come segreto] che ha sviluppato la bomba atomica. Iniziò nel 1939, e durante il suo corso impiegò oltre 130.000 persone.

Nessuno di loro ha mai cantato. Era talmente suddiviso in compartimenti che molti di loro non sapevano neanche su cosa diavolo stavano lavorando.

Il tutto rimase totalmente segreto fino a quando la bomba fu sganciata su Hiroshima e Nagasaki:

https://en.wikipedia.org/wiki/Manhattan_Project

Le bombe di Hiroshima e Nagasaki stupirono i lavoratori del Progetto Manhattan quanto il resto del mondo; i giornali che a Oak Ridge annunciarono la bomba di Hiroshima furono venduti a $ 1 ($ 13 di oggi [1]).[226][235]

Sebbene l’esistenza delle bombe fosse di dominio pubblico, la segretezza continuò, e molti lavoratori rimasero all’oscuro sul lavoro che svolsero.

Nel 1946 uno di loro dichiarò: “Io non so cosa diavolo sto facendo oltre a guardare in una —— e girare una —— accanto ad una ——. Io non so nulla, e non c’è niente da dire “.

Molti residenti continuarono ad evitare di parlare della “roba” nelle loro conversazione ordinarie, nonostante fosse la ragione stessa dell’esistenza della loro città …. [229]

Un’altra operaia, che aveva lavorato in lavanderia, raccontò di come ogni giorno passava “uno strumento speciale” davanti alle uniformi e ascoltava se ci fossero dei “clic”.

Si rese conto solo dopo la guerra di aver svolto l’importante compito di controllare se ci fossero radiazioni tramite un contatore Geiger.

ALTAMENTE SUDDIVISO IN COMPARTIMENTI

Quindi sì … il governo sa mantenere un segreto.

Questi programmi erano suddivisi in così tanti compartimenti che la stragrande maggioranza delle persone che ci lavoravano non aveva idea di quello che stava facendo:

https://en.wikipedia.org/wiki/Manhattan_Project

Un articolo di Life del 1945, stimava che prima dei bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki “[p] robabilmente non più di qualche dozzina di uomini in tutto il paese conosceva appieno il senso del Progetto Manhattan.”

“Forse addirittura solo un migliaio di altri erano consapevoli che si stesse lavorando sugli atomi.”

La rivista scrisse che i più di 100.000 altri impiegati del progetto “lavorarono come talpe nel buio”.

Essendo stati avvertiti che la divulgazione dei segreti del progetto era punibile con 10 anni di carcere o una multa di $ 10.000 ($ 131.000 di oggi[1]), videro entrare nelle fabbriche enormi quantità di materie prime e non videro uscire nulla.

[Essi] monitorarono “manopole e interruttori, mentre dietro spesse pareti di cemento avvenivano reazioni misteriose,” senza conoscere lo scopo del loro lavoro.

LINGUAGGIO IPNOTICO USATO NEI CARTELLONI DI PROPAGANDA PER MANTENERE LA GENTE IN RIGA

Il seguente cartellone viene dagli impianti del Progetto Manhattan al Laboratorio Nazionale di Oak Ridge.

Gli insider come Pete Peterson, hanno detto che l’ipnosi funziona meglio quando si utilizzano frasi molto semplici, con parole molto semplici che danno comandi diretti.
Funziona ancora meglio quando le frasi sono ripetitive. Se riesci poi a fare rimare i comandi, quello è il massimo.

È per questo motivo che sia l’intonazione di canti in coro, sia le canzoni musicali, possono essere così efficaci nel modificare l’opinione pubblica verso un risultato desiderato.

Con questo in mente, prendete in considerazione la formulazione di questo poster. Questo era solo uno dei tanti modi in cui il personale era minacciato per fargli mantenere il silenzio:

Oak_Ridge_Wise_Monkeys

UN BEL PO’ PO’ DI OPERAZIONE

Il Progetto Manhattan si svolse dal 1939 al 1946. Costò quasi 2 miliardi di dollari — 25 miliardi di dollari di oggi — e impiegò oltre 130.000 persone.

Più strutture in tutti gli Stati Uniti si dedicarono allo sviluppo di questa tecnologia, con solo poche decine di persone che avevano idea a cosa servisse il tutto:

1400px-Manhattan_Project_US_Canada_Map_2_svg

Eppure, la portata e la potenza di questo programma — lo sviluppo di una tecnologia che nessuno aveva mai visto prima, e neppure aveva immaginato potesse esistere — erano piuttosto vaste.

Ecco un diagramma di flusso organizzativo che comprende solo i più alti livelli di questa enorme struttura di comando che rimase totalmente segreta per sei anni:

Manhttan_Project_Organization_Chart

E SE NON SI FOSSE MAI CONCLUSO?

E se questa stessa iniziativa — di sviluppare una tecnologia iper-avanzata sotto un velo di segreto il più stretto possibile — non si fosse mai conclusa dopo la seconda guerra mondiale?

E se fosse semplicemente diventata ancora più segreta di quello che già era stata fino al 1946 — un anno prima del famigerato schianto di un UFO a Roswell, nel New Mexico?

E se l’inesorabile potenza del “complesso militare-industriale”, verso il quale il presidente Eisenhower ci mise in guardia nel suo discorso di chiusura, fosse già coinvolta in qualcosa di molto, molto più grande?

E se l’avanzata tecnologia extraterrestre avesse già fatto, qui, un atterraggio di fortuna?

E se il “reverse engineering” di questa tecnologia avesse dato alla nostra élite al potere, la capacità di volare attraverso il sistema solare facilmente, come fare un saltino in aereo dal JFK di New York al LAX di Los Angeles?

E se avessero pure iniziato a costruire degli insediamenti su altri satelliti — tra cui la Luna, Marte, alcuni asteroidi e altre lune?

E se avessero iniziato ad estrarre materie prime nel nostro sistema solare — trovando tutto ciò di cui potessero mai aver bisogno — e avessero creato una vasta operazione industriale fuori dal nostro mondo?

E se gli esseri che si dice siano stati catturati e interrogati nello schianto di Roswell fossero solo una di una serie di civiltà intelligenti, con le quali il nostro “governo” avesse iniziato a commerciare?

cabal_commercial

[Cabal Propaganda Photo — Modified By David Wilcock]

COSÌ TANTE DOMANDE SENZA UNA RISPOSTA

Il problema del fenomeno UFO così com’è oggi, è che ci sono così tante domande senza risposta.

Così tanti tipi diversi di navicelle. Così tanti tipi diversi di esseri dai quali le persone giurano, sotto pena di una totale umiliazione pubblica, di essere stati contattati.

Qualcuno deve sapere cosa sta succedendo. E non solo in parte — ma il “quadro completo”.

Ho dedicato gran parte della mia vita alla ricerca di queste persone, da quando ascoltai la mia prima testimonianza di un insider della NASA nel 1993.

Proprio come il Progetto Manhattan, c’è solo un piccolo numero di persone, qui sulla terra – forse non più di qualche centinaio – che davvero lo comprendono.

Il resto di noi sono come quella donna che tiene in mano il suo strumento, lo sente cliccare, e non ha idea di che cosa ciò significhi.

Tutto è cambiato quando Corey Goode si è fatto avanti e ha coraggiosamente rischiato la vita … per dirci la verità. Una volta per tutte.

ORA GUARDATE IL VIDEO

Ora veniamo alle cose buone (Goode)!

Dopo aver ripreso Corey privatamente ai primi di aprile, per mesi sono annegato in una “curva di apprendimento” infinita di video di Adobe e prodotti FX e una montagna di plug-in e testi di After Effects.

Questo faceva parte di una iniziativa in corso che ho attivamente perseguito dall’inizio del 2014. Mi ci è voluto quasi un anno per cominciare a sentire che sapevo quello che stavo facendo nel campo dei FX.

Molti sforzi erano stati fatti in passato senza un successo visibile. La gente voleva migliaia di dollari per qualcosa che prendeva qualche giorno di lavoro, una volta imparate le competenze necessarie — e non potevamo permettercelo.

Mentre mi sentivo completamente sopraffatto, Gaiam offrì a Corey e me di andare a filmare alcuni episodi di lui che parlava davanti alle telecamere, rivelando ciò che aveva vissuto nel programma spaziale segreto.

Né Corey né io avremmo mai potuto prevedere che ci avrebbero poi chiesto di filmare almeno 52 episodi di mezz’ora — uno a settimana per un anno intero — ma questo è quanto successo.

Un’immagine vale più di mille parole, e un video vale più di mille immagini. Quindi basta parlare. Avanti con lo spettacolo!

COME VEDERNE DI PIÙ

I primi tre episodi sono gratuiti e diffusi ampiamente su YouTube. (Cliccare sull’icona fumetto in basso a destra per attivare i sottotitoli in Inglese)

Gaiam TV fornisce 6000 altri titoli, incluso più di 130 episodi del mio mitico show Wisdom Teachings e Beyond Belief di George Noory, sulla rete.

È di fatto il Netflix dell’illuminazione — per il corpo, la mente e lo spirito.

Si puo’ accedere ora con 99 centesimi per il primo mese.

Se siete in un paese dove spesso le carte di credito non funzionano, a causa per esempio della convalida con il CAP, ora funzioniamo benissimo con Paypal!

È inoltre possibile scaricare i video e salvarli sul disco rigido, in quanto membri, se si hanno problemi di connessione o di riproduzione.

Non faccio più soldi di Corey con questa trasmissione. Il sostegno di questo lavoro da parte vostra aiuta a proteggere entrambi.

Corey ha lasciato un alto reddito a sei cifre per farsi avanti come informatore e il vostro abbonamento aiuterà la sua famiglia a stabilizzarsi in questo nuovo ruolo che ha assunto.

Una piccola, uguale quantità dell’entrata di ogni sottoscrizione va a ciascuno di noi. Questo reddito costante ci permette una stabilità sufficiente per continuare a lavorare.

MANGIARSI VIA IL PIEDE PER LIBERARSI DALLA TRAPPOLA PER L’ORSO

Le Conferenze generano sicuramente più entrate a breve tempo di quanto lo faccia uno spettacolo come questo, a meno che non diventi estremamente popolare.

Noi non abbiamo in programma delle conferenze per una ragione. Lo sforzo di una maggiore divulgazione che è ora a portata di mano è più importante che generare entrate.

Mi sono preso questo tempo libero per essere sicuro di raggiungere i miei obiettivi, in modo che voi possiate vedere sempre più di queste informazioni a livelli di qualità sempre più elevati.

Se siete già iscritti – e molti di voi lo sono – allora vi ringrazio tanto.

Se non lo siete, vengo lì. Adesso. E l’unica cosa che vi chiederò è: “Perché diavolo no?”

Buon divertimento e godetevi lo show. Tutto questo ci porta verso una Rivelazione Cosmica epica, che presto sarà nota a tutti quanti.

DA NOTARE

Potete anche non crederci ancora, ma Corey Goode è abbastanza convincente da aver convinto l’intera società Gaiam a sostenerlo.

I commenti e i feedback dei primi spettatori sono stati davvero notevoli.

Ci sono tutte le ragioni per credere che gli “Aviari Blu” che ora stanno aiutando l’Alleanza dei PSS (Programmi spaziali segreti), siano le manifestazioni visibili della sorgente che ha scritto la serie della Legge dell’Uno.

Potete vedere un’animazione della primissima illustrazione di Android Jones della forma degli Aviari Blu, con specifica assistenza di Corey, nel video di debutto qui sopra.

La prima soffiata che ho avuto dell’esistenza e dell’importanza della serie della Legge dell’Uno me l’ha fatta il tenente colonnello Donald Ware (in pensione.).

Don scrisse l’ultimo di sei saggi nel mitico libro del 1991 di Michael Lindemann, UFOs and the Alien Presence: Six Viewpoints.

ufos_alien_presence

Anche se gli altri – da Stanton Friedman, Linda Moulton Howe-Bob Lazar, Budd Hopkins e un addotto denominato “Tom” – erano incredibili, il saggio di Ware andava oltre ogni classifica.

Diceva di come la Legge dell’Uno legasse assieme tutte le informazioni privilegiate più altamente segrete che lui avesse mai sentito.

Non fosse stato per l’impressionante appoggio di Ware, forse non sarei mai arrivato a studiare la Legge dell’Uno.

DON È CONTENTO DI QUANTO GOODE CI OFFRA

E ora, il cerchio del dona-un-regalo è completo. Ware mi ha inviato una e-mail che ha spedito a tutti i suoi abbonati — in cui scrive quanto segue:

DA VEDERE IN TV! Rivelazione Cosmica.

Ringrazio David Wilcock per aver espanso la sua coscienza rapidamente nel corso di un paio di decenni, in modo da essere pronto per essere un intervistatore così esperto di quelle persone straordinarie che introducono l’umanità all’Età dell’Oro.

– Il tenente colonnello Don Ware, 22 luglio 2015

don_ware
Tenente colonnello Don Ware (in pensione)

Guardate Rivelazione Cosmica ora http://www.gaiamtv.com/seeking-truth/lp-cosmic-disclosure.

Ricevete gli ultimi aggiornamenti da Corey sulla sua pagina Facebook, https://www.facebook.com/BlueAvians

E grazie che ci aiutate a spargere la voce – che è la parte più importante di tutte!

AGGIORNAMENTO DEL POMERIGGIO SEGUENTE: FATTO DI NUOVO!

Siamo qui a Boulder, a registrare altri episodi di Rivelazione Cosmica. Sono in pausa pranzo e sono venuto a controllare il contatore delle visite.

Non sorprendentemente, la sincronicità ha colpito ancora! Il contatore di visite era a 12.444 proprio quando ho controllato, con 2249 mi piace di Facebook.

Sta andando così velocemente che pochi secondi dopo era già aumentato di altri 150 — quindi questo articolo sta davvero prendendo velocità!

Di nuovo, vi ringraziamo per il vostro sostegno nell’aiutarci a spargere la voce — e a co-creare l’Età dell’Oro!

Traduzione: Rashmi

Fonte originale: http://spherebeingalliance.com